Magenta: rivivono i mitici anni ’80 con la seconda Festa d’Estate

136

MAGENTA – Chi non è un ragazzino ricorderà benissimo i fantastici anni ’80. Bella musica, voglia di divertirsi, spensieratezza. L’obiettivo della festa che si terrà a Magenta il prossimo 20 luglio sarà proprio quello di farli rivivere, almeno per alcune ore. L’evento, denominato ‘2^ Festa d’estate presentato da Francesco Bigogno e Walter Bassani, si terrà presso la tensostruttura di piazza mercato. Il primo per l’associazione Cuori Grandi Onlus, perché l’appuntamento avrà anche una valenza benefica in sostegno della missione togolese di Maristella Bigogno ad Amakpape’. Il secondo, già docente di musica, ( Bigogno è stato suo allievo ) esploso, musicalmente parlando proprio negli anni ’80 con il gruppo dei Meccano.

“Crediamo nelle sfide – ha detto Bigogno – e quella che proponiamo è certamente una grande sfida alla quale invitiamo tutti, dai 40 anni in avanti. E invitiamo anche i ragazzi più giovani, in modo che possano scoprire la bellissima musica di quegli anni”. Bassani ha riunito la band degli anni ’80, quella che partecipò alla tournée’ di chiusura dei Meccano nel 1986. Ci saranno Ruben Carrara, Gianni De Berardinis, Happy Children, P. Lion e tantissimi altri.

Ci sarà anche il debutto di Silvia Maltagliati come seconda cantante – continua Bassani – la prima è Silvia Fuse’, assente quella sera per un altro impegno analogo. In più vi saranno anche due batteristi giovanissimi. Uno addirittura di otto anni e mezzo”. L’appuntamento è fissato, quindi, per il 20 luglio presso la tensostruttura di piazza mercato. Fondamentale la collaborazione degli sponsor e dei media partner, Radio Magenta e CorriereAltomilanese.com. il programma prevede alle 19 l’apertura della cucina con panini, salamelle, patatine, fritto misto. Alle 21 inizio concerti. Uno spazio sarà dedicato all’animazione per i bambini.

Graziano Masperi

Articolo precedenteMagenta: l’Asilo Fornaroli lascia via Cavallari e trasloca alla Santa Caterina
Articolo successivoBareggio, rom sfruttano i cuccioli al mercato per chiedere l’elemosina: due multe da 350 euro