Magenta, rifiuti abbandonati: 48 interventi e 20 verbali nel 2016, i controlli aumentano

    71

    I dati diffusi da Aemme Linea Ambiente sul territorio di Magenta

    MAGENTA – Prosegue e si fa più serrato, il controllo del territorio da parte dell’ispettore ambientale che AEMME Linea Ambiente ha istituito, a cavallo tra il 2014 e il 2015 con lo scopo di salvaguardare il territorio del Comune di Magenta dal fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

    Tra i principali compiti dell’ispettore ambientale, figura che opera in stretta sinergia con la polizia locale e con gli operatori che si occupano della raccolta dei rifiuti, c’è infatti la verifica del rispetto delle regole che governano l’esposizione dei bidoni e dei sacchi, l’ispezione del loro contenuto (quando se ne ravvisa la necessità) e il contrasto al fenomeno dell’abbandono abusivo.

    Lo scorso anno, oltre ai controlli di routine, sono stati effettuati 48 interventi di verifica, che hanno portato all’emissione di 20 verbali consegnati agli uffici della Polizia Locale (nei restanti 28 casi non è stato, purtroppo, possibile rinvenire elementi utili per l’individuazione dei trasgressori). Le 26 verifiche compiute da gennaio a oggi hanno portato all’emissione di 19 verbali. E mentre l’attività dell’ispettore ambientale prosegue, a breve ripartirà anche la pulizia dei giardini pubblici, attivata solitamente con l’arrivo della bella stagione, quando le aree verdi cominciano ad essere maggiormente frequentate. AEMME Linea Ambiente metterà a disposizione un operatore preposto esclusivamente a tale servizio.

    Ai cittadini si raccomanda, tuttavia, il rispetto delle aree pubbliche e il corretto conferimento dei rifiuti negli appositi cestini presenti sulle strade e nei parchi.

     

    Articolo precedenteMigranti, 11 Comuni dicono Sì all’accoglienza: Robecco capofila
    Articolo successivoIl Funakoshi Karate di Abbiategrasso fa il pieno di medaglie anche a Bagnolo