Magenta: questa sera la prima di Laura Cattaneo e Giuseppe Cantoni

    141

    MAGENTA – Un lunghissimo ordine del Giorno con ben 11 punti e una sfilza di mozioni, interrogazioni e interpellanze faranno da cornice alla prima di Laura Cattaneo e Giuseppe Cantoni. E’ questo, infatti, il piatto forte della serata di Consiglio comunale. Appuntamento alle 20,30 presso la Sala Consiliare di via Fornaroli 30.

    Si comincerà, infatti, dopo le comunicazioni del sindaco Chiara Calati con la surroga di Consigliere comunale. Con la Cattaneo che passa nell’esecutivo cittadino, subentrando al dimissionario Alfredo Bellantonio, si andrà a ridisegnare lo scacchiere di Forza Italia.

    Entra dunque Giuseppe Cantoni (nella foto sopra con i suoi due mentori Mariastella Gelmini e Marco Ballarini), papabile, fino all’ultimo minuto per il ruolo di assessore e molto vicino al commissario Felice Sgarella. Ma c’è anche da definire il nuovo capogruppo. Ruolo che fino all’altro giorno era della Cattaneo. A chi toccherà? Al rampante Cantoni, oppure, a Federica Garavaglia? L’avvocatessa supportata nella scorsa campagna elettorale dall’Ingegner Tino Viglio, potrebbe essere la scelta in rosa per garantire continuità con la Cattaneo. Ma anche Cantoni ha ottime chance. Questa sera sapremo di più.

    All’interno del lungo ODG balza all’occhio una promessa che ora si materializza, evocata in campagna elettorale dal Primo cittadino: l’istituzione del Tavolo per la competitività e l’attrattività della Città di Magenta. Un luogo di discussione e confronto con le parti sociali, le associazioni di categoria, il mondo del commercio, e più in generale tutte le realtà impegnate al rilancio del territorio. Tanto più dopo l’ultima pesante crisi che ha colpito la STF ultima storica grande realtà produttiva del Magentino.

     

     

     

     

     

     

     

     

    Prosegue e si rafforza la collaborazione tra Magenta e Abbiategrasso: il Consiglio infatti arriva la convenzione tra i 2 Comuni per la reciproca collaborazione e mutuo sostegno nell’esercizio delle funzioni amministrative. Quindi, la punto 6 la modifica della convenzione con Santo Stefano Ticino per la costituzione dell’Ufficio ‘Comuni efficienti e rinnovabili’ .  

    Venendo alle mozioni si parlerà di mobilità e collegamenti con Malpensa. Il PD a questo proposito ha presentato un documento in chi si chiede conto all’Amministrazione Calati rispetto alla possibilità di creare una stazione intermedia nel percorso Albairate Vermezzo Malpensa Terminal 1. Nelle interpellanze sempre i ‘Dem’  puntano l’accento sullo sviluppo dell’area ex Novaceta ed ex CRAL. Mentre nel lungo elenco delle interrogazioni con risposta orale tanti gli argomenti messi in agenda sempre dal PD: dalla pulizia delle strade, all’area cani di via Allende, alla sicurezza, piazza don Angelo Casartelli e via Cler, provvedimenti per contrastare l’ambrosia e la fontanella del parco in zona via Sanchioli.

    Da segnalare che questa sera al Consiglio comunale presenzierà anche una delegazione de Le Rose di Gertrude capeggiata dal suo presidente Sergio Prato (foto in basso).

    Si attende un sit in di protesta dopo che il Comune di Magenta ha negato il patrocinio alla Milano Pride. Prato ha lanciato un appello a tutta la comunità LGBT del territorio ma anche a tutti i cittadini che hanno a cuore la battaglia per i diritti civili. Non è esclusa qualche azione dimostrativa prima dell’inizio dei lavori del parlamentino locale. Come sempre Ticino Notizie seguirà in diretta la seduta di Consiglio e vi terrà aggiornati anche su questo.

    Fabrizio Valenti

     

     

     

    Articolo precedenteInveruno, la Lega: ‘Perché patrocinare il Gay Pride?’
    Articolo successivoMagenta e debiti mensa: la replica di Pia Maso al Partito Democratico