Magenta, prova di forza per Luca Del Gobbo: tutto esaurito (e tanti sindaci) alla sua cena ‘di ringraziamento’

780

 

MAGENTA “La città sta già cambiando. E’ piuttosto complesso, perché abbiamo ereditato una situazione non facile. Ma i segnali del cambiamento già ci sono. E nel 2023 si consolideranno: la strada è tracciata”.

Bagno di folla ma non solo, soprattutto prova di forza: ieri sera Luca Del Gobbo ha registrato un sold out da oltre 120 persone alla trattoria Bellaria di Pontevecchio, dove il sindaco ha radunato aderenti della sua lista, vero exploit delle elezioni di giugno, assieme a diversi sindaci dell’est Ticino: Cesare Nai da Abbiategrasso, Fortuanata Barni da Robecco, Davide Garavaglia, Dario Tunesi, Sabina Doniselli e Marina Roma.

Tutti assieme al neo ritrovato sindaco, che forte della sua giunta (presente al completo) e a diversi consiglieri comunali ha dato un segnale molto chiaro sulla Magenta dei prossimi anni: “Col bilancio 2023, il primo che sarà pienamente nostro, cercheremo di mettere in relazione la città col futuro. Urbanistica, connessione con l’area post Expo, nuove risorse, sostegno alle famiglie in difficoltà e alle scuole. Magenta crescerà e vuole farlo assieme al territorio e agli altri Comuni, presenti questa sera. Grazie a tutti voi per avermi e averci sostenuto, ci aspettano anni impegnarivi ma ricchi di opportunità”.

Luca Del Gobbo insomma ha riacquisito quella centralità che la Magenta di Chiara Calari aveva smarrito; non sono un caso le presenze registrate ieri sera. Ed anche il centrodestra litigioso e sfilacciato sembra essersi ritrovato appieno attorno alla sua leadership. La presenza di Alessio Zanzottera e di molti volti noti del mondo professionale e imprenditoriale ieri sera ne è la chiara dimostrazione. Del Gobbo si è ripreso le luci e la scena, e Magenta vuole tornare a vestire i panni della protagonista.

F.P.

 

 

 

 

Articolo precedenteMassimo Garavaglia e i tre ‘lasciti’ di Bobo Maroni: la testimonianza alla cena di Del Gobbo
Articolo successivo25 novembre, Pro Vita & Famiglia: contrastare prostituzione e pornografia tra minori