Magenta Popolare (con Del Gobbo nel simbolo) lancia Chiara Calati: la presentazione in Casa Giacobbe

    108

    L’ex sindaco ed assessore regionale ha guidato la conferenza di ufficializzazione dei candidati alle comunali dell’11 giugno. In sala anche i forzisti Tino Viglio, Corti e Parmigiani

    MAGENTA – In Casa Giacobbe, questa mattina, Magenta Popolare e l’assessore regionale Luca Del Gobbo hanno presentato la lista a sostegno della candidatura a sindaco di Chiara Calati. 

    E’ stato proprio l’ex sindaco di Magenta ad esordire.

    “Presentiamo la lista di Magenta Popolare a sostegno di Chiara. La sostengo con forza, è una lista che nasce da una storia locale. Col tempo si sono aggregati giovani e meno giovani, persone che pensano alla politica come alla possibilità di rispondere ogni giorni ai bisogni. Risposte che ognuno di noi può dare col proprio lavoro. Siamo ripartiti da un modello che riteniamo ancora valido. La risposta non può essere quella di un centralismo esasperato, ma da una forte risposta del mondo associativo. Come ex sindaco ho voluto dare tutto il contributo possibile. A Magenta, negli ultimi 5 anni, l’Amministrazione non ha colto le opportunità offerte da Regione Lombardia. Penso per esempio ad Expo. Siamo collegati da una linea ferroviaria e a una fermata da Rho Pero, dove nascerà uno dei centri di ricerca più importanti del  mondo. Potremmo avere l’Agenzia Europea del Farmaco, con tutte le grandi aziende farmaceutiche del mondo che apriranno uffici di rappresentanza. Ricordo poi che in 10 anni di centrodestra non c’è mai stato uno sciopero, ora rilevo invece lo stato di agitazione della Polizia Locale. La nostra lista si ispira ai valori liberal popolari, rivendica l’importanza e la bontà della politica. Vogliamo che Magenta resti un centro di riferimento per tutto l’ovest Milanese. Un’idea condivisa da tutte le persone in lista, che ha contribuito a costruire un centrodestra sul modello di Regione Lombardia”.

    E’ quindi toccato a Chiara Calati. “Mi piace sottolineare l’idea di una buona politica.  Di giovani che a dispetto di quanto si creda tornano a credere nei partiti e nel bene comune. Siamo in un luogo storico per Magenta, città ricca e piena di storia, che sarà il centro del nostro sviluppo territoriale: eventi di respiro internazionale spalmati lungo l’intero arco dell’anno. Contando sulla ricchezza del mondo locale.  Puntiamo a una riqualificazione anche arborea dei parchi, che diventino luoghi di coesione sociale. Una città che TORNI ad essere luogo di attrattiva”.

    E’ quindi toccato alla presentazione dei candidati: per primo il capolista Rocco Morabito, a seguire l’ex dirigente di Regione Lombardia Lino Bertani; la popolare giornalista (che i lettori di Ticino Notizie conoscono molto bene) Arabella Biscaro;  Sara Bordin, chef di 34 anni; l’insegnante Sara Calicchio, 28 anni, già attiva nel gruppo dei Ragazzi per Magenta;  Giacomo Castiglioni, infermiere in pensione di 64 anni; Cristiano Del Gobbo, 47 anni, impiegato bancaro; Maria Angela Ferrari, 60 anni; Simona Giordano, 50 anni, impegnata nel mondo delle cooperative sociali;  Mariano Manna, 40 anni, impegnato nel settore trasporti; Giovanni Marradi,  noto avvocato di 63 anni; Paolo Mercalli, impiegato di 35 anni; Massimo Peri,  dirigente aziendale di 59 anni; Giuseppe Porta, agricoltore di 60 anni; Antonio Valisi, commerciante di 51 anni.

    Seduto tra le prime file del pubblico, non è di certo passata inosservata la presenza di Tino Viglio, in sala assieme ad altri volti noti di Forza Italia come Ivan Parmigiani e Piero Corti.

    Articolo precedenteMobilitazione Polizia Locale, Razzano:”Vergognoso ricatto elettorale”
    Articolo successivoAbbiategrasso, sabato 13 per sostenere Granziero arriva Beppe Sala