Magenta: piazza Liberazione NON riaprirà alle auto. Il pensiero di Invernizzi sul Pgt

    141

    Ecco il resto della conferenza stampa di oggi: auguri al primo cittadino, che oggi compie 66 anni

     

    MAGENTA – Dopo la prolusione di Enzo Salvaggio, ci sono stati altri interventi durante la conferenza stampa di oggi sul Pgt.

    Il consigliere Eugenio Galeazzi ha precisato che “il Consiglio comunale per il varo definitivo del Piano si terrà l’1 e 2 febbraio, mentre il 24 gennaio  è prevista la convocazione della Commissione Urbanistica”.

    Successivamente è toccato al sindaco Marco Invernizzi, cui Ticino Notizie formula i migliori auguri di buon compleanno (oggi ne compie 66): Quando c’è un progetto si può essere d’accordo o meno, ma riteniamo che il progetto abbia un valore per il governo del territorio. Abbiamo sfruttato il dialogo e la partecipazione, che sono stati importanti. Il Pgt è un modo di vedere e leggere il futuro: noi speriamo che ci sia molto di buono. Sul recupero di Saffa e Novaceta, vorrei dire cose importanti. La progettualità di entrambe era una scommessa difficile, sono aree enormi in una congiuntura economica difficilissima. Abbiamo convinto gli operatori a investire, una visione che ha prodotto uno strumento in grado di progettare aree per operatori, sperando di confermare un percorso durato tre anni e mezzo. E le due aree sono diventate una sorta di unico progetto. C’è una vocazione industriale confermata che prevede la presenza, sulla ex Saffa, di case legate alla parte produttiva, anche per dare una risposta ai cittadini di Pontenuovo.

    piazzaliberazione

    E’ questa la progettualità di cui parliamo. Abbiamo pensato anche a Magenta come area omogenea, assieme ad Abbiategrasso e circondario, dell’area metropolitana, tenendo conto dell’idealità. Anche sul progetto della superstrada, stiamo cercando una grande comunità d’intenti. E non c’è progettualità senza cultura. Questo Pgt potrà non soddisfare tutti, ma quanto meno ha una  sua visione di città.

    Tornando sulla questio Novaceta, a una nostra precisa domanda ha risposto Enzo Salvaggio: “Vero, siamo stati attaccati sul progetto di edificabilità parziale dell’area per nostri presunti interessi privati. Perché la scelta? Perché ci sono diverse richieste di operatori e cittadini in tal senso. Quindi ci siamo messi in discussione. Sulla riapertura dell’asse viario via Roma via Milano, attraverso piazza Liberazione, credo si tratti di un ritorno al passato. Si pensa invece alla circonvallazione interna all’altezza di via Cozzi e 1 Maggio, con una prosecuzione dalla zona sud e il completanento di un importante anello viario per la città.

    invernizzi

    Sulla riapertura di piazza Liberazione, e il ricongiungimento dell’asse viario tra via Roma e via Milano, l’Amministrazione è stata insomma chiara e perentoria: la decisione ormai è stata assunta, piazza Liberazione NON riaprirà al traffico. Un parere espresso mesi fa da Marco Invernizzi, oggi ribadito da Paolo Razzano. Il caso è chiuso, Pgt e Piano del traffico passeranno alla fase attuativa mantenendo l’attuale assetto della piazza.

     

    Articolo precedenteTonno per 127 milioni di giapponesi
    Articolo successivoSuperstrada, 1: venerdì 27 gennaio i Comuni a Roma, voto decisivo (o quasi)