Magenta PGT: aperta la seduta. Respinta la pregiudiziale di legittimità

    83

    MAGENTA – pretimagsalvaggioGelli-Simone-1In apertura della seduta convocata per l’approvazione della variante generale al PGT, il Presidente del Consiglio comunale Eleonora Preti ha respinto la pregiudiziale di legittimità presentata dal Consigliere Gelli sui nuovi strumenti di programmazione urbanistica. Come previsto dal regolamento del Consiglio comunale (approvato nel 2011), l’ammissibilità della questione posta dal Capogruppo della Lega Nord è stata valutata direttamente dalla Presidenza, sentito il parere del Segretario Comunale. Le norme di funzionamento dell’aula, infatti, non prevedono, contrariamente a quanto richiesto dal Consigliere Gelli, che sulle questioni di legittimità si possa procedere a discussione e votazione, ma rimettono esclusivamente al Presidente ogni decisione al riguardo.

    Nei pareri tecnici acquisiti dalla Presidenza, peraltro, è stato evidenziato in particolare che le varianti al Piano delle Regole disposte con la proposta di Variante Generale al PGT non incidono sulle previsioni urbanistiche del Documento di Piano, in quanto, come esemplificato da un’importante circolare regionale esplicativa delle recenti norme sulla pianificazione, riguardano aree interne al tessuto urbano consolidato che il vigente PGT già disciplinava. Alle stesse conclusioni, del resto, era già pervenuta anche la Giunta regionale della Lombardia, che lo scorso novembre ha valutato positivamente la compatibilità della proposta di Variante Generale con indirizzi regionali di politica territoriale e non ha rilevato alcuna eccezione nel senso indicato dalla questione pregiudiziale presentata dal Consigliere Gelli.

    “Ringrazio gli uffici – ha commentato l’Assessore alle Politiche per il Territorio Enzo Salvaggio, subito dopo la comunicazione all’aula della decisione da parte del Presidente – per aver confermato la piena legittimità della nostra proposta di variante generale del PGT. Il parere fornito dal Segretario Comunale e dalla dirigente del Settore Tecnico chiarisce infatti come la deliberazione che proponiamo oggi in Consiglio comunale rispetti pienamente la legge e nessun dubbio possa essere sollevato in proposito. Ora possiamo iniziare, con tranquillità e serenità, la discussione nel merito delle nostre proposte per l’assetto del territorio, senza perderci in cavilli burocratici a mio giudizio un po’ troppo capziosi. Si potrà essere d’accordo o meno con le idee che la nostra variante generale porta avanti, ma nessuno può mettere in dubbio che l’attività della Giunta Invernizzi si svolge sempre all’insegna della legalità”.

    Articolo precedenteL’Atlante della Memoria è on line. Venerdì al Musa la presentazione del progetto
    Articolo successivoRadici in crescita, romanzo breve di Ivan D’Agostini- 1 febbraio