Cultura/Tempo LiberoNews

Magenta per la prima volta protagonista nelle Giornate di primavera del FAI

Scelti come luoghi simbolo da visitare Casa Giacobbe e il Santuario della Chiesa dell'Assunta

MAGENTA – “Magenta per la prima volta nelle giornate di primavera del FAI”. E’ stata questa l’altra notizia al centro della conferenza di stamani.

“E’ un fatto importante. Magenta quest’anno rappresenterà l’ovest Milano interamente – ha detto il Sindaco Calati –  Casa Giacobbe e la Chiesa dell’Assunta saranno i due luoghi simbolo al centro delle visite. Una scelta che ci riempie di orgoglio”.
Un lavoro bello e importante con il coinvolgimento dei ragazzi del Quasimodo e delle Einaudi, e delle nostre associazioni lstoriche locali Zuavi Generale Cler e Borgo Pontenuovo nelle giornate 15 e 16 maggio.
“E’ un risultato importante iniziato 4 anni fa come rete e marketing – ha proseguito l’Assessore Luca Aloi –  Questo è un risultato tangibile di quella filosofia”.
Per il liceo Quasimodo e l’istituto Einaudi ci saranno con 20 ragazzi ciascuno a fare da Ciceroni per il pubblico. Si formeranno questa settimana, grazie all’aiuto di storici ed esperti come Pietro Pierrettori e l’architetto Francesca Monno. “L’idea chiara era quella di potenziare tutto quello che avevamo ancora inespresso. In questa ottica diventa prezioso recuperare il  rapporto col FAI. Magenta non è solo Battaglia ma anche storia e ville”.

“Abbiamo un patrimonio di 3.000 studenti che ogni anno vengono nella nostra città dobbiamo sfruttarlo al meglio”.

La partecipazione alla BIT alla pari che le Giornate del FAI portano a valorizzare il ruolo centrale di Magenta in seno al distretto del Turismo Magenta Abbiategrasso.

Operativamente nelle giornate del FAI saranno costituiti gruppi da 5 a 15 persone tutto secondo norme Covid per l’accesso in Casa Giacobbe. Si accederà alla struttura con gli studenti come Ciceroni.
Idem dicasi per l’Assunta dove si potrà apprezzare un luogo caro ai Magentini e al culto mariano; con i lavori in corso. Con anche una parte di studio preliminare alla riconsegna. Insomma, un Santuario che potrà essere apprezzato in un clima di rinascita non solo virtuale ma quanto mai reale.  Le visite, salvo ulteriori indicazioni sul sito del FAI, si terranno dalle 9 alle 17.30 del pomeriggio.

F.V.

 

calati aloi

 

 

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi