NewsPolitica

Magenta, Movimento 5 Stelle: a proposito di viabilità e sicurezza (rotonda all’altezza dell’Obi-Iper)

MAGENTA – Riceviamo & pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle:

Trovandomi in giro con la bicicletta per Magenta, dalle parti dell’IPER, ho deciso di recarmi all’OBI attraversando la rotonda che li separa. L’avevo sempre percorsa in macchina e devo dire che farla in bicicletta è tutta un’altra cosa. Innanzitutto mi sono accertato che fosse consentito l’accesso alle bici, non avendo riscontrato nessun segnale di divieto, mi sono improvvidamente avventurato per attraversarla.
E’ bastato percorre alcuni metri per rendermi conto della pericolosità della cosa. Chi prova ad attraversare in bici questa rotonda, è subito attorniato e sfiorato da auto, autocarri e moto che sfrecciano velocemente come in una giostra o in un circuito automobilistico. In questo modo l’attraversamento da parte di una bicicletta è molto pericoloso; mancano tra l’altro punti di riferimento (es. un tracciato di una corsia riservata, un attraversamento, …) e pertanto si è in balia del flusso del traffico e del senso civico, spesso non
eccelso, dei tanti guidatori motorizzati che la percorrono. Resta sempre una forte perplessità quando si pensa a chi (e come) progetta queste strutture. Queste opere vengono sempre e sistematicamente progettate ignorando le reali esigenze di chi le vive. E’ impensabile costruire una struttura del genere, in una zona con centri commerciali ed altro e non porsi il problema di rendere sicuro il transito delle bicicletta.
Purtroppo il punto è che siamo tutti vittime di un modello di sviluppo che tende a favorire l’uso delle automobili, a cementificare sempre di più e a distruggere sempre di più le risorse naturali di questo territorio dimenticando o ignorando forme di mobilità sostenibili (es. bici).
Tutto ciò in nome di uno sviluppo ormai non più sostenibile. Ad esempio poco tempo fa, a Marcallo C/C, c’è stata una cerimonia per i lavori che porteranno alla costruzione, su questo tratto di autostrada, della quarta corsia. Dopo aver costruito la 3 corsia autostradale, ci si rende conto che questa non basta più ed allora si pensa alla 4 corsia e così via. Quante corsie dovremo costruire per risolvere il problema della viabilità?
Non sarebbe il momento di ripensare il modello di sviluppo e mettere in atto tutte le misure possibili per agevolare progetti di sviluppo e viabilità sostenibili (es. adeguate piste ciclabili, parcheggi protetti per bici, promuovere ancor di più prodotti a km0, …)? Tornando quindi alla rotonda, chiediamo all’Amministrazione di Magenta di intervenire allo scopo di individuare una soluzione al problema della sicurezza di questa rotonda (es. pista ciclabile con tracciato per attraversamento) che non sia la semplice installazione di un segnale divieto di accesso alle bici, come già accaduto in alcuni tratti peri pedoni. Limitarsi semplicemente a vietare l’accesso alla rotonda alle biciclette significherebbe abdicare definitivamente a un modello di “sviluppo” non sostenibile.

Magenta 11/9/2013 Giovanni Caso
Portavoce M5S Magenta

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi