Magenta/Mesero: una commissione interparrocchiale dedicata a Santa Gianna

    113

    MAGENTA/MESERO –  Un primo importante passo per la valorizzazione del culto di Santa Gianna Beretta Molla. Lo ha fatto il Consiglio Pastorale di Magenta – formato dai rappresentanti delle 5 parrocchie cittadine – promuovendo la nascita di una speciale commissione interparrocchiale dedicata alla devozione di una figura di grande spessore umano e spirituale. Nell’incontro consiliare avvenuto il 18 febbraio presso il Centro Paolo VI – nel corso del quale sono stati illustrati temi e obiettivi delle otto Commissioni di lavoro facenti capo al Consiglio Pastorale (Annuncio, Liturgia, Carità e Fragilità, Famiglia, Pastorale Giovanile, Dialogo, Comunicazione, Affari economici) – è stata annunciata la formazione di una speciale Commissione Interparrocchiale dedicata a Santa Gianna Beretta Molla. Sarà coordinata dalle Suore del Verbo Incarnato, insieme a Mons. Paolo Masperi e a don Giuseppe Marinoni, parroco di Magenta.

    Obiettivi e azioni della Commissione

    1. Gianna ècelebrata non soltanto per il percorso di santità compiuto nella sua vita, ma anche per la contemporaneità del suo esempio, capace di influenzare empaticamente vecchie e nuove generazioni e di mostrare come tutti, partendo anche dai piccoli gesti quotidiani, possano concretamente aspirare alla santità.

    La Commissione comprenderà le parrocchie di Magenta, in particolare quelle di San Martino e di Pontenuovo, e quella di Mesero, luoghi della vita e dell’operato della Santa e intende:

    1. promuovere e rendersi disponibili ad accompagnare i pellegrinaggi sulle orme della Santa, caratterizzando i tre luoghi a partire dalla biografia di Santa Gianna:
      – Magenta, quale luogo della formazione umana e cristiana, dell’esercizio della carità e della scoperta vocazionale;
      – Pontenuovo, luogo della famiglia, della vita sponsale e materna fino al dono totale della vita;
      – Mesero, luogo dell’esercizio della sua professione di medico e dell’attuale sepoltura.
    2. Costituire un collegamento e un coordinamento rispetto ai tre poli di Magenta, Pontenuovo, Santuario di Mesero, avvalendosi della collaborazione offerta dalla Diocesi (Servizi per la pastorale giovanile, la pastorale familiare, la pastorale della salute, la pastorale del turismo e dei pellegrinaggi) e coinvolgendo anche le rispettive Amministrazioni comunali.
    3. Seguire la ristrutturazione della casa sponsale e della chiesetta della Madonna del Buon Consiglio, immobili di proprietà privata ma in procinto di essere donati alla Parrocchia di Pontenuovo.
    4. Preparare il Centenario della nascita di Santa Gianna, nel 2022.

    Il primo incontro della Commissione è fissato per venerdì 28 febbraio nella  casa parrocchiale di San Martinoalle 21, e vedrà la presenza anche dei familiari di Santa Gianna. «Partecipare a quest’appuntamento permetterà di approfondire l’incontro con la Santa della nostra porta accanto – che paradossalmente non conosciamo ancora – e imparare dal suo esempio», sottolinea il parroco don Giuseppe Marinoni. «Sarà anche un modo per esercitare la responsabilità, che comunque abbiamo, di conservarne in maniera del tutto speciale il ricordo, tramandandone la memoria».

    Articolo precedenteCorbetta: con il Mosaiko uno spettacolo per tutti i bambini e gli adulti che hanno ancora voglia di sorridere
    Articolo successivoCentoundici anni di Futurismo: il ricordo de La Fucina delle Idee