Magenta, Massimo Mattia (FDI): ‘Piano barriere necessario per una città inclusiva’

    121

    RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

     

    MAGENTA – L’Amministrazione Comunale di Magenta ha voluto dare un segnale istituzionale forte ponendo rimedio ad una mancanza presente dal 1986 creando il tavolo PEBA (Piano Abbattimento Barriere Architettoniche) con il sostegno dell’Assessore Laura Cattaneo. 
    Fratelli d’Italia, attraverso l’azione di Massimo Mattia componente l’esecutivo cittadino e delegato al Sociale, è sempre stata molto sensibile sul tema: “Il tavolo PEBA è un primo passo per una Magenta più inclusiva; l’assessore Cattaneo si è resa disponibile ad un dialogo invitando persone della comunità magentina che a livello di competenze personali o in quanto membri di associazioni che lavorano direttamente sul tema della disabilità, possono fornire un importante contributo al miglioramento della situazione, fino ad ora non gestita e affrontata in modo organico dalle molte amministrazioni che si sono succedute”, ha dichiarato Massimo Mattia.
    Massimo Mattia
    “La posizione di Fratelli d’Italia sul tema della disabilità è molto chiara, continua Mattia: “Non è possibile porre rimedio ad ogni situazione in modo emergenziale; è necessario infatti agire in modo organico anno per anno al fine di rendere più omogenei ed efficaci i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche. Il PEBA potrebbe essere lo strumento di coordinamento e di collante tra cittadini e Comune che ad oggi viene affidato troppo spesso ai social network attraverso post di denuncia che spesso creano solo clamore e attenzione momentanei”
    Massimo Mattia per conto di Fratelli d’Italia ha formulato diverse proposte in merito, partecipando attivamente alle riunioni del tavolo PEBA sin dalla sua istituzione, portando proposte innovative, mettendo a servizio di Magenta la sua personale sensibilità sul tema, l’esperienza acquisita in 12 anni di lavoro con persone disabili e i circa 10 anni di impegno sul tema dell’inclusione lavorativa in ambito IT ( Innovation Technology ).
    “Sono state proposte soluzioni innovative per la mappatura delle Barriere Architettoniche tramite l’utilizzo di APP e degli incontri specifici per l’inclusione. Stiamo lavorando ad altre proposte, le idee sono molteplici, ma procediamo un passo alla volta ma con obiettivi chiari e definiti”, ha concluso Massimo Mattia.
    Fratelli d’Italia auspica che il percorso intrapreso col PEBA prosegua in modo costante e proficuo coinvolgendo più Associazioni e le Categorie interessate ( Commercianti, ecc. ) fissando tempi precisi per la definizione delle varie fasi del progetto e, soprattutto, della sua conclusione e ribadisce la disponibilità a dialogare e agire su un tema cosi delicato ed importante per il futuro di tutti.
    Fratelli d’Italia Magenta
    Articolo precedenteVolano gli stracci tra Tommaso Cerno e il Pd Milano Metropolitana
    Articolo successivoMagenta, domenica 8 marzo Pranzo Rosa con Lule e NDSP contro la violenza sulle donne