Magenta, ‘maestre vi portiamo nel cuore’: il saluto di alunne e alunni della ‘De Amicis’

    288

    Riceviamo e volentieri pubblichiamo

     

    Cinque anni insieme.
    Amici e maestre, vi portiamo nel cuore.

    Scrive Pennac: “Forse è questo insegnare: fare in modo che a ogni lezione scocchi l’ora del
    risveglio”. Non sappiamo se abbia ragione. Né possiamo giurare, noi bambini, che ci siamo fatti
    trovare svegli ad ogni ora di lezione. Sappiamo però quello che abbiamo vissuto in questi ultimi
    cinque anni: entrati a scuola con le nostre tenere espressioni da bambini, siamo cresciuti nel corpo
    e nella mente; nella capacità di guardare il mondo e di stare insieme agli altri.

    Siamo ora capaci di
    usare un congiuntivo, di risolvere un problema, di aiutarci a vicenda e, soprattutto, di far sentire i
    nostri pensieri e la nostra voce. E in questo sì che possiamo dire di esserci risvegliati.
    Non vogliamo dirlo forte, perché ci piace ancora essere bambini: ma siamo diventati grandi. E in
    questo percorso il vostro ruolo, maestre e specialisti, è stato importante.

    Vi ringraziamo per averci tenuto la mano, indicato la strada; per averci aiutato a rialzarci quando
    era necessario; per averci mostrato il valore dell’amicizia; per non averci lasciati soli, nemmeno nei
    mesi più duri della pandemia.

    Grazie di cuore, maestre! Grazie di cuore, amici! Grazie di cuore, scuola De Amicis!

    Gli alunni delle classi 5A e 5B
    della Scuola Primaria De Amicis di Magenta,
    con le loro famiglie

    Articolo precedente‘+Picchiavano i figli: in manette coppia di cinesi residenti a Lacchiarella
    Articolo successivoMaxi rissa a Vermezzo, le indagini dei Cc di Bià continuano. Il Sindaco: “Fatto gravissimo, ma il paese non è coinvolto”