Sport

Magenta: Lombardia zona rossa, ma il 7 febbraio si corre la StraMagenta, la Federazione lo permette

Iscrizioni chiuse a 900 partecipanti

MAGENTA Sicuramente molti appassionati avranno spalancato gli occhi nel leggere che il prossimo 7 febbraio si disputerà regolarmente la classica Stra Magenta. Corsa competitiva sulla distanza di 10 chilometri ormai diventata punto di riferimento per l’avvio di stagione di ogni appassionato di running. Tanto più che la Lombardia è in zona rossa con tutte le limitazioni e restrizioni che ben conosciamo. Eppure è proprio così. Il 7 febbraio a Magenta si correrà la gara. “In quanto gara inserita nel calendario nazionale Fidal, – leggiamo nel comunicato ufficiale – è consentita la partecipazione degli atleti tesserati, anche provenienti da fuori regione; fermo restando la necessità di avere con sé l’ormai famosa autodichiarazione, è altrettanto obbligatorio disporre di un documento che attesti la legittimità dello spostamento, quindi un’evidenza del fatto che si è iscritti alla gara”.

Le iscrizioni sono limitate a 900 atleti e l’orario indicativo per la partenza sarà attorno alle 9.30. Si consiglia agli appassionati di mantenersi aggiornati visitando periodicamente la pagina facebook dell’evento. “Il regolamento è tuttora in fase di approvazione da parte di Fidal, – continua il comunicato – tuttavia nei nostri intendimenti ci saranno due partenze separate: una riservata agli atleti più veloci (pensiamo a tempi finale stimati intorno a 41:30 minuti per gli uomini e 42:30 per le donne), la seconda per tutti gli altri. Ciò è fatto proprio per rispondere adeguatamente ai protocolli Fidal, che prevedono scaglioni massimi in partenza di 500 persone e di evitare ricongiungimenti e seguenti sorpassi nel corso della gara (ricordiamo che il percorso prevede due giri di 5 chilometri). La decisione finale verrà presa in relazione al numero degli iscritti”. Leggiamo sicuramente la voglia di ripartire dopo un anno forzato di stop e per questo facciamo senz’altro i migliori auguri all’organizzatore Davide Daccò , la cui professionalità è ormai apprezzata e conosciuta in ambito nazionale.

“Anche il mondo dello sport ha diritto di farsi sentire – commenta l’assessore allo Sport Luca Aloi – se avessimo anche più associazioni di interesse nazionale le farei giocare e darei loro qualsiasi spazio pur di consentire lo svolgimento in sicurezza della attività”. E aggiunge: “La Stra Magenta è diventata con fatica una gara riconosciuta a livello nazionale con atleti di primo livello che ci corrono. E’ un fiore all’occhiello  per Magenta, per il suo nome e il suo brand”.

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi