Magenta, l’Ideal riparte: sala ballo, nuovo gestore e il ritorno di Toni Moneta

    92

     

    MAGENTA – La notizia è che nonostante tutto quanto si è detto (molto di quanto è stato detto, sia chiaro, è stato sprecato e detto male), l’Ideal riparte. La Ca’ del Boia, intesa come edificio ma non solo, vivrà nel mese di maggio una fase cruciale.

    Le novità sono almeno tre: partiranno le serate danzanti al primo piano dell’edificio, che da anni viene affittato alla bisogna e per le stesse ragioni con cui viene affittato ora (qualcuno si è però dimenticato di dirlo). Grazie a Dio è venerdì, Avanzi di Balera ed altre serate a tema saranno lanciate presto dal team artistico riconducibile a Franco Palmieri.

    Arriverà un nuovo gestore del bar, punto obiettivamente nevralgico e sensibile, che ha visto avvicendarsi parecchie persone negli ultimi anni. I lavori sono in corso e ridaranno presto un’immagine nuova ad un locale che vanta pur sempre decenni di storia sulle spalle.

    Per quanto riguarda la musica e gli spettacoli, va registrato un gradito e importante ritorno: quello di Antonio ‘Toni’ Moneta, che curò i primi, leggendari spettacoli a fine anni Ottanta (all’Ideal suonò agli esordi un gruppo chiamato Afterhours..), manager dei Gamba de Legn per anni e da sempre legato a musicisti e gruppi di grande fama.

    Risultati immagini per ideal magenta

    Queste tre novità, messe insieme, dovrebbero consentire di ridare fiato alla Cooperativa Rinascita, dandole un futuro nel solco del passato.

    Per quanto riguarda il ‘rosso’ di cui tanto si è parlato, va precisato che si tratta di una cifra che NON ha così tanti zeri davanti, di una certa entità ma sicuramente gestibile, magari mediante iniziative straordinarie che potranno essere messe in campo. La novità è che Ticino Notizie scenderà apertamente in campo per sostenere l’Ideal: stiamo elaborando insieme delle possibili sinergie, di cui vi parleremo presto.

    La differenza sta tutta tra chi fa chiacchiericcio e chi, invece, tiene davvero all’Ideal e desidera che resti vivo, che la sua storia non finisca e possa continuare.

    Per queste ragioni, adesso Ticino Notizie  ha deciso di scendere in campo. Per l’Ideal e la sua vicenda umana, artistica, culturale e politica.

    Fabrizio Provera

     

    L'immagine può contenere: sMS

     

     

     

    Articolo precedenteAlfie Evans, storia di un bimbo condannato a morte per non mettere in cattiva luce il sistema inglese
    Articolo successivoAbbiategrasso, via Serafino Dell’Uomo ancora chiusa: il cedimento più grave del previsto