NewsPolitica

Magenta, Liceo Musicale: pronti a partire

MAGENTA – La “Città della Musica” non solo dal prossimo settembre avrà finalmente operativo il suo liceo musicale ma, di fatto, potrà contare su un polo scolastico interamente dedicato.
E’ quanto emerso nel corso dell’ultima seduta di Consiglio comunale.

Quando, il vice sindaco Paolo Razzano ha spiegato che i 34 mila euro di variazione di bilancio serviranno, in primis, per sistemare da un punto di vista logistico e strutturale le aule destinate al Liceo. “Abbiamo pensato – ha spiegato Razzano – che sarebbe stato molto più logico, collocare il Liceo all’interno di una struttura già vocata alla musica”.
Da qui la scelta delle “Baracca” (nella foto il prof. Giuseppe Miramonti tra i responsabili dell’orientamento musicale dell’istituto) dove è già attivo l’orientamento musicale per gli studenti delle medie. Conseguentemente, il Cps – ossia le vecchie ‘centocinquant’ore’ – sarà trasferito alla scuola media 4 Giugno.
“Adesso – ha detto il vice sindaco – la palla passa al nostro Assessore Salvaggio che dovrà fare in modo che per settembre sia tutto pronto”.

E, d’altra parte, è importante non tradire le attese. “Siamo riusciti a raccogliere il numero massimo degli iscritti (20) – ha spiegato il sindaco Invernizzi – abbiamo fatto rete con gli altri istituti scolastici così da far conoscere questa opportunità. Magenta, con le sue tre bande, Totem e le altre realtà che gravitano attorno al mondo della musica, del resto, è un’eccellenza in questo campo. Alla fine – ha concluso – la qualità paga sempre”.

Anche l’ex assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Lami ha idealmente “benedetto” questa operazione che ha radici lontane e che parte proprio sotto il suo mandato. “Ci siamo battuti a lungo per avere il liceo musicale – ha ricordato – a un certo punto, però, dopo che la Provincia aveva dato il suo benestare, avevamo il timore di averlo perso per sempre, poiché non eravamo in grado come città di mettere a disposizione gli spazi adeguati. Su questo – ha concluso Lami – occorre ammettere che questa Giunta è stata brava. E’ riuscita a salire ancora sul treno in corsa, ed ora eccoci qui con un’offerta formativa che si allarga ancora di più”. E sempre a proposito di scuola, c’è anche da segnalare lo stanziamento di 30 mila euro che l’Amministrazione ha destinato al diritto allo studio. Più nello specifico, al sostegno delle Scuole Paritarie.

“In primo luogo – ha fatto sapere Razzano – come contributo per la materna della frazione di Pontevecchio che così come già era capitato per la struttura di Pontenuovo, sta attraversando un momento difficile. E’ compito della nostra Amministrazione salvaguardare questo servizio che è un simbolo per tutta la nostra comunità”.

hqdefaultF.V.

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi