Magenta, Liceo Musicale. Il Comitato genitori: “Chi rema contro?”

    94

    RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO DAL COMITATO GENITORI – <<Il Comitato Genitori ha fornito alla Direzione Scolastica, come richiesto, i documenti sottoscritti dalle ulteriori sette famiglie che hanno riconfermato la volontà dei propri figli a frequentare il Liceo Musicale Quasimodo per l’a.s. 2019/2020. L’inoltro è stato preceduto da un preavviso personale che il Comitato ha ritenuto di fare il 2/6 alla Vice Preside Monica Soldera, che ne aveva fatto formale richiesta il 29/5 al Comitato Genitori a nome della Direzione Scolastica, oltre che alla Sindaco Chiara Calati entrambe presenti al meraviglioso concerto presso il Lirico di Magenta che ha visto protagonisti allievi ed insegnanti del Musicale Quasimodo.


    Queste disponibilità, che includono un disabile, vanno ad aggiungersi alle 10 già acquisite dalla Direzione Scolastica lo scorso febbraio mediante superamento di esame di idoneità.
    Rispetto allo spirito della richiesta fattaci dalla Direzione ed alla luce delle lettere (protocollate) inviate dalla
    Sindaco di Magenta Chiara Calati alla Dirigente Scolastica Donata Barbaglia oltre che al Ministro Marco
    Bussetti ed al Dirigente USR Luca Volonté non comprendiamo cosa ostacoli la Direzione del Liceo
    Quasimodo nell’inoltrare formale richiesta di deroga che vedeva come precondizione l’inoltro dei
    documenti da parte nostra forniti seguendo le istruzioni impartiteci dalla Direzione stessa.
    Sul piano istituzionale non ci sono chiari del resto i motivi per i quali il Ministro da un lato si dice disponibile a valutare eventuali possibilità di soluzione e dall’altro non ritiene di far luce sulle ragioni per cui la Dirigente Scolastica non gli invia i documenti richiestici ed a lui promessi limitandosi a dire che potrà
    valutare solo se la Dirigente Scolastica farà richiesta formale di deroga (che non sta facendo).
    Troviamo questa situazione paradossale in quanto non considera la volontà, la necessità e la pazienza di
    numerose famiglie che ormai al termine dell’anno scolastico e dopo 4 mesi di discussioni ancora non
    possono sapere se i loro figli potranno coronare i loro sogni e studiare ciò che più li appassiona in quello
    che è l’unico liceo musicale della provincia di Milano.
    A fronte di una incapacità decisionale delle parti interessate il Comitato Genitori, lungi dall’esaurire il suo percorso, si avvarrà di tutti gli strumenti informativi che in varia forma potranno dare adeguata visibilità a questa incredibile situazione>>.

    *IL COMITATO GENITORI PRO FORMAZIONE CLASSE PRIMA A.S. 2019/20 LICEO MUSICALE QUASIMODO

    Articolo precedenteSalvaggio replica a Gelli: “Sul liceo non compresa la nostra proposta”
    Articolo successivoCrisi GranCasa, Cecchetti (Lega): ‘Aperto tavolo al Mise, adesso avanti’