Magenta, le prime richieste del popolo di Facebook a Chiara Calati: ospedale, parcheggi, sicurezza, strade..

    104

    Su Ticino Notizie e sui gruppi social, i cittadini elencano le loro richieste al neo sindaco

     

    MAGENTA – Ospedale, sicurezza, parcheggi, strade, Vincenziana.

    Sono tante, ovviamente, le richieste che i cittadini di Magenta avanzano al neo sindaco Chiara Calati, usando Facebook e i social network. A corredo del pezzo apparso ieri su Ticino Notizie, e sul gruppo Magenta nel Degrado, sono già arrivati decine di pronunciamenti.

    Vediamo di citarne qualcuna:

    Rimuovete una volta per tutte gli extracomunitari che stanno seduti comodi, nei parcheggi dell’ospedale, sui cofani delle auto, strisciandoci contro.Oggetto di discussioni continue con i cittadini, persone che si recano in ospedale per prestazioni mediche. Basta è vostro dovere porre fine a questa cosa!

    Ripulire subito il parcheggio dell’Ospedale e il parcheggio del Cimitero,due luoghi dove i frequentatori per forza maggiore amerebbero essere lasciati ai propri pensieri dolorosi anziché tampinati da fastidiosi insistenti venditori e parcheggiatori abusivi,attendiamo fiduciosi il giro di boa

    Bisogna recuperare una città morta, ci vogliono progetti e idee , dando spazio alle associazioni per manifestazioni in piazza continue che diano rilancio alle attività e immagine di cittadina viva SPAZIO alle aziende agricole e artigiane della zona , il km 0 ecc.

    Io direi il cimitero di Magenta bisogna rivedere tante cose che non vanno

    1) Vigili in giro a dare e garantire sicurezza, dalla mattina alla sera, con il coraggio di dare le multe a tutti quelli che se la meritano, soprattutto per le soste delle auto in posizioni assurde
    2) Pulizia e cura delle strade; c’è sporcizia in giro mai tolta da anni…
    3) Riduzione consulenze esterne e riduzione spese per certe manifestazioni inutili

    Ospedale Fornaroli

    Per quel che conta il mio parere va ricreato il tessuto commerciale di Magenta. Anche con scelte impopolari. Aumenterei a dismisura le imposte a chi tiene i negozi sfitti solo perché non gli danno le cifre che vogliono.

    Troppe cose in una volta….. E come recita il proverbio:chi troppo vuole nulla stringe. Come priorità speriamo nella sistemazione del manto stradale perché ogni giorno bisogna fare lo slalon per evitare le buche e i danni alle gomme. Auguro un Buon lavoro alla nuova amministrazione fiduciosa che piano piano possa adempiere e risolvere i problemi inerenti al nostro territorio Magentino.

    La cosiddetta ‘lista della spesa’, insomma, è lunga ed articolata. Adesso toccherà a Chiara Calati ed al centrodestra, ‘sbrogliare’ la intricata matassa.

    Articolo precedenteMigranti, accoglienza e polemiche: ci scrive Sergio Colombo. E noi rispondiamo
    Articolo successivoMonsignor Carlo Faccendini, da Robecco ad Abate della basilica di Sant’Ambrogio