NewsPolitica

Magenta, lavori pubblici: partono i cantieri

MAGENTA –  A Magenta questa sarà una primavera particolarmente intensa per il settore dei lavori pubblici. L’annuncio dell’Assessore alla partita Enzo Salvaggio che l’altro giorno in conferenza ha elencato gli interventi attesi da tempo che partiranno sul fronte della sistemazione delle strade. L’Amministrazione di  Invernizzi, infatti, complice lo sblocco di 750 mila euro a fine anno dal governo di Matteo Renzi, può dedicare circa mezzo milione di euro – la restante parte è stata destinata alla cura e al recupero dei parchi cittadini – al decoro stradale. Un tema particolarmente sentito, come è noto, e spesso al centro di polemiche, soprattutto con parte del mondo del commercio. Basti pensare alla questione di via Garibaldi, con un manto stradale, a dir poco ammalorato, e con un più di un esercente che ha paragonato provocatoriamente la  strada “a Beirut”. Il sindaco Marco Invernizzi, a questo proposito, ha sempre chiesto pazienza ai cittadini: “Questo è il primo anno per così dire ‘normale’ della mia gestione. Non dimentichiamoci che dallo Stato centrale abbiamo subito un taglio secco in questo periodo di oltre 5 milioni di euro. Giudicateci da qui alle fine del mandato. Poi potrete dire se siamo stati degli incapaci o meno”. Un messaggio chiaro all’opposizione ma anche e soprattutto alla cittadinanza. Dando un po’ di numeri, le strade interessate da interventi di sistemazione, comprese quelle in cui l’opera di restyling riguarderà i marciapiedi, sono nel complesso 17. L’appalto è stato affidato all’impresa Strade 2020 che opera da tempo nel nostro territorio. “I lavori – ha detto Salvaggio – andranno avanti da marzo fino ad agosto e interesseranno anche tratti importanti del centro storico”. A cominciare dalla via Roma. L’ultimo tratto, ossia, quello compreso tra la piazza Kennedy e l’inizio dello storico pavé, verrà sistemato con un asfalto coloro ‘Rosso Magenta’. “Si tratta – dice l’esponente della Giunta Invernizzi – di una scelta in linea con quelle passate sul fronte del look urbanistico della città. Il ‘Rosso Magenta’, infatti, è già stato utilizzato in altre vie d’accesso al centro (vedi via Volta)”. Rimarrà, invece, ancora in stand by l’altra parte di via Roma. “Il pavé è un elemento caratteristico e fortemente identitario del nostro centro storico che vorremmo preservare” chiosa Salvaggio. L’opera di maquillage, come detto, interesserà anche altre strade. Tra queste, le vie Pusterla e Brocca – sempre in zona centro –  la via Casati in zona sud e la via Cadorna al quartiere Nord.

Fabrizio Valenti

 

strade

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi