Magenta, la sinistra recita il mea culpa. Progetto Magenta fa gli auguri di buon lavoro, la Labria…

    79

     

    MAGENTA – E a sinistra va in scena l’autocritica. Per adesso limitata ad alcuni soggetti, del resto la delusione è tutta ancora da smaltire, l’analisi del voto tradisce tutta la delusione dei protagonisti dei 5 anni trascorsi.

    Su Facebook comincia Flavio Cislaghi, assessore con Giuliana Labria fino al 2001 e marito di Elisabetta Mengoni: “Come mi sento questa mattina….svuotato. Sensazione già vissuta nel 2001. Le abbiamo prese, tante. L’avversario ha vinto e non c’è nulla da dire se non che, quando il centrodestra è unito picchia e picchia duro! L’auspicio, che questa sonora sconfitta ci aiuti a capire e da qui a ricominciare. Insieme !!”

    Di altro tono, ma c’era da aspettarselo, il post al curaro di Giuliana Labria, autentico king maker e co leader di Progetto Magenta: “Buongiorno. Sto aspettando l’apertura dei negozi di “Non ci hanno capiti” “Hanno consegnato Magenta alla destra” ” Sinistra irresponsabile” “E’ l’andamento nazionale”. Scommetto che invece qualche chilo di “Forse è tutta colpa nostra” non si trova neanche a pagarlo a peso d’oro”.

     

    Arriva anche il commento di Marzia Bastianello, assessore uscente e candidata del Pd, la donna più votata in città: “Ho avuto l’onore di amministrare la nostra Magenta per un anno e mezzo con persone che porterò con me per sempre. Ora testa bassa e piedi piantati a terra ripartiremo dagli errori fatti per costruire un futuro solido e rappresentare degnamente i cittadini e le cittadine che mi hanno scelta come Consigliera e alle quali non finirò mai di dire GRAZIE. La mia Città ha scelto, a Chiara va il mio augurio più grande, perché possa lavorare al meglio come Donna e Sindaca per il bene del nostro territorio. Ora è tempo di fare gli scatoloni in ufficio. W la Democrazia! W Magenta!”.

    Da ultimo, Progetto Magenta e Silvia Minardi, che con un post sulla loro pagina ufficiale augurano buon lavoro al neo sindaco: Progetto Magenta e Silvia Minardi augurano buon lavoro a Chiara Calati, nuovo sindaco della citta’ di Magenta: che siano 5 anni al servizio della città e di tutti i Magentini.

    Articolo precedenteMagenta, nella notte Chiara Calati in Comune: l’abbraccio con la famiglia
    Articolo successivoInvernizzi come Fossati: da Magenta a Bià, gli elettori ‘respingono’ i sindaci intellettuali