CronacaNews

Magenta, l’1 dicembre riunione di Convochiami per la pace in Vincenziana

Pubblichiamo l’appello del gruppo Convochiamoci per la Pace, che martedì prossimo si ritroverà a discutere all’interno della Vincenziana di Magenta. All’evento ha già aderito il Collettivo Punto Rosso Magenta

CONVOCHIAMOCI PER LA PACE – 1 dicembre 2105 – “La Vincenziana”, Via Casati 4, Magenta (MI)
Parigi, 13 novembre 2015 – Bamako, 20 novembre 2015

Nuove stragi incredibili, terrificanti, spaventose sconvolgono la nostra vita. E il dolore per tutte le vittime innocenti di questa lucida follia ci stringe il cuore. Possano riposare in pace tutti quelli
che senza motivo hanno perso la vita. Possano i loro cari sentire il calore dell’abbraccio fraterno di tutte le donne e gli uomini amanti della pace.
Nuova stragi. Come le molte che si susseguono tutti i giorni in tanti posti del mondo. Parigi e Bamako come Beirut, Damasco, Kabul, Tripoli, Mogadiscio, Gaza, Gerusalemme,…
E’ la guerra che, pezzo dopo pezzo, si estende travolgendo vite, città, frontiere, valori, diritti, umanità …
È urgente trovare il modo per fermare questa impressionante escalation
Per rompere la spirale della guerra, del terrorismo e dell’odio, per mettere fine a questa sanguinosa follia, a questi crimini orribili che stanno uccidendo i nostri fratelli e sorelle.
Quello che è stato fatto sino ad oggi è sbagliato o insufficiente.
Trent’anni sono state irresponsabilmente scartate dai responsabili della politica nazionale e Anche le nostre manifestazioni per la pace non sono bastate. Molte soluzioni proposte negli ultimi
internazionale e oggi appaiono più lontane. Ci deve essere un ripensamento complessivo.
Siamo dentro ad una guerra complicata che rischia di essere lunga e sanguinosa.
Chi sparge altro odio, chi invoca altro sangue, chi predica risposte facili e risolutive è un pericoloso ignorante.
Serve un nuovo inizio.
Un nuovo inizio per l’intera comunità internazionale. Di fronte ad un pericolo globale così grande serve una risposta globale. La marginalizzazione dell’Onu, il fai da te delle “coalizioni dei
volenterosi”, lo scontro tra i cosiddetti “interessi nazionali”, la rinuncia a fare un’Europa politica, la politica “dei due pesi e delle due misure” sono stati errori colossali.
Le guerre, il terrorismo come il clima, le migrazioni, la miseria sono problemi globali, fortemente intrecciati, con conseguenze globali. Le risposte parziali, improvvisate e disordinate che ci sono
state sino ad ora non servono. I problemi sono molto complessi ma non siamo privi di mezzi.
Un nuovo inizio è necessario anche per ciascuno di noi che amiamo la vita, l’umanità e la pace.
Le marce, i cortei che abbiamo organizzato – e che continueremo ad organizzare – non sono abbastanza. Abbiamo bisogno di scavare le trincee della pace da dove difendere le sorgenti vive
della nostra umanità contro il contagio dell’odio montante.
La sfida è immensa. Abbiamo la necessità urgente di ri-unire un’umanità divisa, di ri-costruire una politica di pace, di ri-svegliare un movimento popolare di pace. Come fare? Ci vorrà tempo.
Vogliamo iniziare dal nostro territorio?
Se anche TU PENSI sia necessario riflettere , se anche TU HAI DESIDERIO di progettare un nuovo futuro vincendo rassegnazione e indifferenza, se anche TU SEI CONVINTO che, al di là di
ogni credo politico, culturale o religioso, ASSIEME, in RETE, possiamo promuovere azioni di pace.
Ti aspettiamo martedì 1 dicembre 2015, ore 21
presso “La Vincenziana”, Via Casati 4, Magenta (MI)

E’ GIA’ TARDI … NON PERDIAMO ALTRO TEMPO

vincenziana5

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi