Magenta, il PD e i nazisti dell’Illinois: il centrosinistra ci casca ancora

    87

    MAGENTA – E’ una tentazione troppo forte. Che alla fine viene fuori, anche quando a governare la coalizione di Centrosinistra c’è una figura pacata e di spessore culturale come Marco Invernizzi. Così capita che a stretto giro di posta prima in un comunicato stampa di ‘Magenta Domani’ testualmente  si parli della vittoria della Calati  al ballottaggio come figlia della paura e poco dopo, in un post su facebook Luca Rondena, giovane ‘dem’ pubblichi l’immagine di una manifestazione leghista (non di Magenta) accostando l’immagine di Matteo Salvini – che peraltro in gioventù non ha mai negato le sue frequentazioni a sinistra – a quella di Benito Mussolini. Ci risiamo, verrebbe da dire, la tentazione di dipingere il Centrodestra come ‘i nazisti dell’Illinois’ – citando la famosa battuta del film dei Blues Brothers – è troppo forte. Peccato che questa “chiamata alle armi” più ideologica che basata sui contenuti potrebbe trasformarsi in un autogol per Invernizzi e i suoi. Anche perchè, obiettivamente,  è poco in linea con lo stile di un Sindaco che in questi anni ha sempre preferito il confronto al buttarla in polemica.  Ad ulteriore aggravante, c’è il passato (recente), di Luca Del Gobbo.  Dieci anni in cui francamente non abbiano visto liste di proscrizione, né croci dipinte sulle porte di casa, gente incappucciata vagare per le vie della città all’imbrunire o amenità di questo genere.  Ed è stato proprio l’ex Sindaco a voler stigmatizzare la cosa: “Sono affermazioni che si commentano da sole. In dieci anni abbiamo sempre onorato il gemellaggio con Sant’Anna di Stazzema, ci sono sempre andato io personalmente o il vice sindaco Marco Maerna. Abbiamo organizzato le celebrazioni per il ‘Giorno della Memoria’ con iniziative lunghe un mese, basta parlarne con la famiglia Molho. L’antifascismo è stato un elemento costante della mia Amministrazione e con Chiara Calati sarà l’identica cosa”.   Sarà che i nazisti dell’Illinois si sono nascosti nei boschi della valle del Ticino?

    F.V.

    Articolo precedenteMagenta: Leraj, labbra di rosa è partito per sempre
    Articolo successivoTutti pazzi per la bicicletta elettrica