Magenta. Il Comitato Genitori “riflette” ancora con noi: “Quale convenzione per il Quasimodo?”

    172

    I genitori degli studenti invece ringraziano il Vice Sindaco Gelli: “Dopo le sue parole siamo fiduciosi che si muova qualcosa…”

     

    MAGENTA RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO –  Nel corso della conferenza stampa tenutasi la settimana scorsa da parte dell’Amministrazione Comunale di Magenta abbiamo appreso dalle parole del Vicesindaco e Assessore alle Politiche Educative Simone Gelli di prospettive di convenzioni con il Conservatorio di Novara. È quanto da lungo tempo ormai auspichiamo e ci auguriamo che le informazioni divulgate dal Vicesindaco possano presto tradursi in realtà a favore del Liceo Musicale Quasimodo di Magenta.

    Al riguardo ci preme tuttavia precisare che, in base ai contatti che il Comitato Genitori del Quasimodo attivamente mantiene con lo stesso Conservatorio, la disponibilità a proseguire un confronto sul tema da parte del Conservatorio stesso sembra essere definitivamente sfumata a causa di una serie di atteggiamenti assai negativi perpetrati dalla Dirigente Scolastica del Quasimodo a danno della Storia, della professionalità e dell’immagine del Conservatorio stesso, come in dettaglio spiegato in una lettera dai contenuti molto circostanziati e dai toni molto fermi dello stesso Direttore del Conservatorio.

    Diversamente da altri Licei quindi il Quasimodo inizia un nuovo anno scolastico senza disporre di una Convenzione, scaduta oltre un anno fa, il 31/8/2020. La Convenzione in essere negli anni precedenti non era mai stata del resto fatta funzionare diversamente da quanto il Conservatorio aveva invece potuto fare con altre Scuole.

    Riteniamo sia questa un’ulteriore opportunità gettata al vento dalla Direzione Scolastica del Quasimodo: con ciò infatti si penalizza la qualità di insegnanti e studenti i quali, attraverso una Convenzione, avrebbero modo di strutturare rapporti virtuosi e di crescita nel comune interesse.

    Grazie ad una Convenzione infatti è possibile organizzare iniziative culturali e concerti sinergici sul territorio, avviare percorsi atti ad “accompagnare” disabili dal Liceo al Conservatorio, facilitare rapporti con SMIM (Scuole Medie a Indirizzo Musicale creando proattiva circolarità), strutturare corsi di formazione per Docenti, realizzare attività di formazione scuola-lavoro (PCTO), essere introdotti sin dall’età liceale ad un modo della Musica che va oltre i confini dello stesso Liceo.

    Le parole del Vicesindaco ci colgono di sorpresa e ci confortano allo stesso tempo: per il valore che riconosciamo alle Istituzioni, siamo fiduciosi che quanto sostenuto in conferenza stampa possa trovare presto attuazione.

    QUASIMODO

     

     

     

     

    Comitato Genitori pro Liceo Musicale S. Quasimodo di Magenta

     

    Articolo precedenteCorbetta. Riceviamo & Pubblichiamo: Rifondazione contro il ‘Sistema Ballarini’
    Articolo successivoMagenta: torna il rito Cattolico nella chiesa di San Rocco prestata agli Ortodossi