Magenta: gli amici ricordano Ezio Lorenzutti

265

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO – Non capita tutti i giorni di sentirsi dire al funerale di una persona cara, di un amico di vecchia data, con cui si è fatto un lungo cammino insieme: “Siate sempre lieti nel Signore, ve lo ripeto siate lieti”.

Come ha sottolineato il Parroco don Giuseppe, commentando la lettura di S. Paolo, durante l’omelia, nulla sembra più stonato di questo invito di Paolo, dentro una circostanza dolorosa, davanti alla morte!

Ma la stessa profonda serenità emerge nella lettera di saluto, che al termine della liturgia, Mariangela, la moglie, ha voluto rivolgere al marito, con cui ha festeggiato , proprio in questo anno, 41 anni di “unione felice”. Tutto è stato vissuto insieme: la fatica di far quadrare i conti, la responsabilità di crescere i figli, una costante attenzione a condividere il bisogno di altri e l’impegno sociale e politico, che ha contraddistinto entrambi.
Dove sta l’origine di questa letizia di Mariangela, della serenità, carica di sofferta drammaticità, con cui Ezio ha affrontato e vissuto il lungo periodo della malattia e soprattutto queste ultime settimane, consegnandosi con consapevole certezza e fiducia all’abbraccio del Destino buono, che ci è Padre?
Come giovane studente, dalla Scuola Superiore all’Università, l’Avvenimento dell’incontro con la comunità di CL, gli ha permesso di riscoprire il fascino e l’attrattiva esercitata da Cristo, reso presente ed incontrabile dalla testimonianza viva di una compagnia che negli anni è diventata il luogo generativo della sua personalità.
Educato dal carisma di don Giussani a vivere una fede viva, che c’entra con tutti gli aspetti della vita, l’ha espressa nella famiglia, nel lavoro, nell’impegno socio culturale e nella condivisione dei bisogni che incontrava.
Con estrema semplicità e modestia, tratti caratteristici della sua persona, noi suoi amici, lo abbiamo visto protagonista nel rielaborare foto ed immagini che ricordavano la storia e i volti della comunità di CL a Magenta, in occasione della celebrazione dei 50 anni della nostra presenza. L’apertura del suo cuore lo ha portato ad implicarsi con altri amici nella Coop. Informatica e lavoro, di cui è stato Presidente; membro
attivo del CDA del Forno Cooperativo Ambrosiano e co-fondatore del Comitato Agricolo e del Comitato Pista Ciclabile; donatore AVIS.
Siamo certi che l’affetto e l’amicizia che ci legano a Ezio e a Mariangela continuerà a vivere e ad esprimersi nella gioiosa testimonianza di una fede, educata dalla comune appartenenza al Movimento, capace di implicarsi responsabilmente in tutti gli aspetti della quotidianità dell’esistenza e soprattutto di rinnovare in ogni istante il nostro “SI” alla Sua chiamata.

Con gratitudine riconoscente, gli amici della Comunità di Magenta

Articolo precedenteRobecco sul Naviglio: sabato l’inaugurazione della mostra dedicata ai Conti Archinto
Articolo successivoCuggiono, i Carabinieri arrestano 42enne per scippo ad anziana