NewsPolitica

Magenta, Gelli (LN): “Sbagliato chiudere l’autosilo di notte, occasione persa”

MAGENTA – “Un provvedimento assunto in maniera frettolosa e rispetto al quale si sarebbe potuto trovare un momento di sintesi comune”. Così Simone Gelli, capogruppo della Lega Nord, a proposito del nuovo modello di gestione dei parcheggi che dal prossimo autunno l’Amministrazione comunale affiderà ad ASM, la public utility al cui timone c’è l’esperto manager Beppe Viola. “Non ci piace affatto – ha spiegato il leghista – l’idea di avere due ausiliari del traffico che saranno in giro tutto il giorno per Magenta ad appioppare multe”. Ma il nodo del contendere è stato soprattutto attorno all’annunciata decisione della Giunta di chiudere l’autosilos di via Fornaroli dalle 23 alle 7 del mattino. “E’ una scelta scellerata – ha proseguito il leader locale del Carroccio –  poiché al di là della questione sicurezza che si può comunque garantire, il Comune così facendo si preclude una fetta significativa di introiti, oltre al fatto che toglie un servizio prezioso alla città”. La proposta di Gelli che, però, non ha trovato sponda nella maggioranza, prevedeva, infatti, la vendita di abbonamenti a prezzi calmierati per chi è alla ricerca di un box dove ricoverare la propria autovettura . “Dotando l’utenza di un budge per l’accesso all’area di via Fornaroli il Comune avrebbe potuto centrare un obiettivo significativo sia in termini economici sia di fruibilità”.  Gelli ha concluso la sua ‘reprimenda’ evidenziando che, comunque, in questo modo “i parcheggi a pagamento in città raddoppiano letteralmente e questo non è un aspetto da sottovalutare”. “Hai voglia – ha aggiunto – a sostenere che c’è la piazza del Mercato libera. Io personalmente ho sempre convenuto sull’opportunità di questo spazio, ma occorre prender atto che né i magentini, né chi arriva in città da fuori, considera particolarmente appetibile questo parcheggio”.  Giovedì sera, inoltre,  in Consiglio comunale, è andata in scena una convergenza un po’ a sorpresa tra Lega Nord e Rifondazione Comunista Cantiere Alternativo Giovani. Manuel Vulcano (di cui abbiamo già detto nella nota pubblicata da TN a firma di Manuel Vulcano ndr qui sotto nella foto), infatti, capogruppo della sinistra radicale, ha bocciato il provvedimento. “Riteniamo che sia importante mantenere nel centro della città un punto nel quale i cittadini possano parcheggiare liberamente senza dover pagare.  Ad essere penalizzati saranno i giovani studenti della biblioteca così come i cittadini che si recheranno in posta o in piazza e che per pagare una bolletta dovranno sborsare anche i soldi della sosta, proporzionale alla coda  che rischieranno di trovare” ha rimarcato Vulcano. Che ha poi così continuato: “Per risolvere alcuni problemi si sarebbe potuto prevedere un pagamento notturno per quei cittadini che parcheggiano l’auto al silos notte e giorno occupando posti in maniera permanente. È inoltre un’operazione che non favorisce la mobilità sostenibile per i pendolari e va a discapito di chi abita le periferie e le frazioni della città. Chiediamo, pertanto, che una parte del parcheggio sia mantenuta gratuita per gli studenti che usufruiscono della biblioteca”.

F.V.
parcheggiodegasMANUEL 2

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi