Magenta, Gelli al Pd: ‘Grazie per il buon lavoro, ma non abbiamo nulla da imparare’

    87

    Riceviamo e pubblichiamo da Simone Gelli (Lega Nord)

    MAGENTA – Ho letto con un certo divertimento le parole del Segretario del Pd, Fabio Longo, il quale, oltre a farci gli auguri per un buon lavoro, tenta subito di mistificare la realtà dipingendo un centro destra litigioso e rissoso.

    Lo rassicuro, dicendogli che stiamo lavorando, insieme, per offrire alla città la miglior squadra di giunta, così da poter essere da subito operativi a tutti i livelli. MI perdoni però il Segretario cittadino del Pd se non mi sento di prendere lezioni di rissosità da lui.

    Forse non si ricorda che l’ex Sindaco Invernizzi ed il Pd, in questi cinque anni, hanno perso due consiglieri strada facendo, oltre che quattro partiti che componevano la ex maggioranza. Ora, va bene fare gli spiritosi ma non credo che il centro sinistra, oggi, abbia le carte per insegnare a noi, in fatto di compattezza, proprio nulla.  Sulla partita migranti, credo che la questione non si ponga: Magenta ha già abbondantemente dato e quanto agli estremismi della Lega Nord, la cosa che continueremo a chiedere con forza è che la cooperativa Intrecci relazioni noi e l’intera città.

    Cosa questa che con la giunta Invernizzi purtroppo non avveniva, non ho ancora capito per quale vera ragione. Detto questo, credo che Chiara Calati, il nostro Sindaco, certo che dovrà ambientarsi, cosi come credo sia accaduto all’ex Sindaco Invernizzi nel 2012. Sappiano Longo e gli altri che però il nostro Sindaco non sarà solo! Siamo una squadra. Ha vinto una Squadra. Abbiamo condotto una campagna elettorale insieme ed insieme ci riproponiamo di superare qualsiasi difficoltà. Il nostro Sindaco, non sarà MAI solo. Avrà la sua squadra, formata da quegli uomini e da quelle donne che hanno permesso a Chiara Calati di vincere le elezioni a Magenta. Chiara sarà il capitano di una Nazionale, per usare termini calcistici, che vuole vincere la Coppa del Mondo, ovvero vuole dimostrare ai nostri concittadini che fare bene, cominciando dal quotidiano, sicuramente che si può!

    Simone Gelli

    Articolo precedenteMonsignor Carlo Faccendini, da Robecco ad Abate della basilica di Sant’Ambrogio
    Articolo successivoSalute Donna Onlus: 8 luglio apertura del nuovo ambulatorio a Marcallo con Casone