Magenta, Eleonora Preti nuovo capogruppo consiliare del Pd

130

 

MAGENTA  Cambio della guardia in casa PD Magenta. Dopo l’ufficializzazione della sua candidatura a sindaco alle elezioni amministrative della prossima primavera, pur continuando l’impegno in consiglio comunale, Enzo Salvaggio lascia l’incarico di capogruppo dei democratici.

“È una decisione in naturale e coerente con lo stile che abbiamo impresso alla campagna – spiega Salvaggio. Ribadisco un principio che ho già espresso sabato: mi candido all’insegna della parola noi, per rinsaldare legami che possano tenere unita la comunità e per rappresentare al meglio la pluralità dei suoi mondi, la vera ricchezza di Magenta. Nei prossimi mesi voglio dedicarmi pienamente all’ascolto e al confronto con cittadini, rappresentanti di associazioni, del mondo produttivo e delle professioni. Voglio essere presente in tutti i luoghi più simbolici della città, che merita di vivere un nuovo protagonismo.  L’incarico di capogruppo mi distoglierebbe da questo obiettivo, ora prioritario. So inoltre di poter contare su una squadra valida e preparata, che porterà a termine con competenza e puntualità il lavoro fatto in questi anni dai banchi della minoranza.”

 

Salvaggio lascia dunque il testimone a Eleonora Preti, ex presidente dell’aula, al suo secondo mandato in Consiglio comunale. “Sono davvero onorata di poter guidare il gruppo del Partito Democratico in consiglio negli ultimi mesi di questo mandato – commenta Preti. Enzo ha compiuto fin qui un lavoro straordinario, sia in termini di presenza attiva in città, raccogliendo istanze e criticità da portare all’attenzione dell’amministrazione, sia nel guidare i lavori del gruppo in aula, dove con le nostre mozioni e interrogazioni abbiamo spesso contribuito a scrivere gli ordini del giorno delle sedute. Non sarà facile essere alla sua altezza, specie in un momento così delicato come la campagna elettorale, ma ho la fortuna di poter lavorare accanto a compagni di consiglio motivati, preparati, espressione di professionalità e sensibilità diverse. Ognuno di loro continuerà a portare una prospettiva arricchente all’interno della dialettica del gruppo, a me toccherà il compito di fare sintesi e di dare voce ai valori della comunità democratica.”

Articolo precedente+Automobilisti occhio: due nuove telecamere a Mesero per rilevare le infrazioni semaforiche
Articolo successivoAbbiategrasso, il dramma dei padri separati che dormono nei supermercati. Ma interessa pochi.. Di Silvano Brugnerotto