Magenta, Eleonora Preti: ‘Con Invernizzi, Magenta guarda al futuro’

    73

     

     

    MAGENTA – A ridosso del voto di domenica 11 giugno, il Presidente uscente del Consiglio comunale- Eleonora Preti- ha ribadito le ragioni che la spingono a sostenere nuovamente Marco Invernizzi.

    29 anni, la Preti è nuovamente candidata al Consigli comunale nelle fila del Partito Democratico.

    “Mancano pochi giorni alle elezioni di domenica prossima, così ho deciso di dedicare un po’ di tempo alla lettura del programma del centrodestra.

    Ce l’ho messa tutta, ve lo confesso, ma non sono riuscita a trovare nemmeno una proposta per la città.

    Le pagine del programma del centrodestra offrono una carrellata di slogan vuoti, logori e triti: dalla ‘eccellenza’ alla ‘sussidiarietà’ tornano i cavalli di battaglia del centrodestra anni 2000. Sono parole vecchie, vecchie di 10 anni e più. Sono parole già sentite. Forse perché, mi viene da dire, suggerite da chi, dalle alte sfere, muove le trame del litigioso centrodestra magentino.


    Non fraintendetemi: il passato è un bene prezioso per il futuro. La mia stessa formazione dimostra quanto sia convinta di ciò. E Magenta ha una grande storia, importanti tradizioni, profonde radici. Ma – come disse Gustav Mahler – onorare la tradizione è custodire il fuoco, non adorare le ceneri. Lo sguardo alle radici, dunque, ha senso solo per uno slancio nel futuro.
    Qui abbiamo un centrodestra che con la candidatura di Calati, con i suoi slogan vuoti, con la sua rappresentazione di Magenta guarda al passato. I progetti di Marco Invernizzi guardano al futuro.


    Del resto, ci sono tanti di modi di guardare al futuro: il centrodestra di Calati, in cui conosciamo bene il peso della Lega Nord, è un futuro a tinte fosche. È un futuro che si declina solo come preoccupazione, angoscia, paura del nuovo e del diverso. Una prospettiva che si riflette in un’idea distorta di città: che guarda solo a se stessa, che guarda il proprio ombelico, che si chiude.
    Ma non è questo che vuole Magenta. I magentini vogliono guardare al futuro con fiducia. Una fiducia fatta di grandi visioni strategiche, di rilancio dei luoghi del passato per farne luoghi di futuro – come dice Marco Invernizzi -, e di progetti molto concreti; una città amica, vivibile, facile, aperta al domani con il contributo di un’amministrazione capace di sognare in grande e, al contempo, di amministrare con passione, competenza, e attenzione alle piccole cose di tutti i giorni che fanno la qualità della vita dei cittadini.


    È questo il futuro in cui credo. E’ per questo che ho deciso di rinnovare il mio impegno, con tutta l’energia che nel 2012 mi ha spinto a mettermi in gioco in prima persona, con in più, l’esperienza e la competenza maturati in questi cinque anni. #AvantiMagenta #IlFuturoContinua

    Articolo precedenteUmberto Maerna condannato a 1 anno e 2 mesi in primo grado. ‘Ricorrerò in appello per dimostrare la mia innocenza’
    Articolo successivoSindacati a confronto con i candidati sindaci: “Restituire una vocazione comunale all’Alto Milanese”