Magenta: ecco i nuovi Primari del Fornaroli per Urologia, Otorino e Chirurgia Generale (VIDEO)

5874

MAGENTA –  Giovani e con un’ottima esperienza alle spalle. È il profilo dei nuovi direttori di unità complessa del presidio di Magenta e Abbiategrasso di Asst Ovest Milanese presentati oggi all’ospedale Fornaroli. Si tratta del dottor Antonio Mincione, Direttore UOC Otorinolaringoiatria, del dottor Matteo Maggioni, Direttore UOC Urologia e del dottor Camillo Leonardo Bertoglio, Direttore UOC Chirurgia Generale, presentati dal Direttore Sanitario della ASST Ovest Milanese, dottor Cesare Candela e dal Direttore Medico di Presidio, Dr.ssa Chiara Radice.

Prendiamo questa conferenza stampa come un segnale più che positivo per l’ospedale Fornaroli di Magenta dopo le preoccupazioni circa una fuga di medici dal presidio verso altre strutture. Lo stesso dottor Candela ha precisato che, non è in atto nessuna fuga “ma un ricambio generazionale. In numeri parlano da soli. Si tratta di ottimi professionisti che hanno vinto il concorso. Per dare un esempio al concorso in Chirurgia si sono presentati in 63, e circa 70 per Otorino. Questo dimostra che nell’Asst Ovest Milanese c’è attrattività”. Il dottor Mincione ha vinto il concorso nel mese di settembre di quest’anno dopo diversi anni in Asst Ovest Milanese. “Mi auguro che il nostro reparto diventi un punto di riferimento per il territorio – ha commentato – Abbiamo avviato una serie di attività ambulatoriali e chirurgiche proprio per questo motivo”. Arrivato proprio di recente dal San Carlo di Milano è il dottor Maggioni per l’Urologia: “Eredito un reparto storico che vogliamo far continuare e migliorare. L’esperienza del dottor Zanollo era nota non solo in Italia, ma in tutta Europa. Tutti i servizi verranno mantenuti con l’auspicio di portare nel presidio di Magenta ulteriori specialisti. Vogliamo evitare la fuga verso altre strutture. Vogliamo che i professionisti del territorio rimangano nel territorio”. Pluriennale esperienza al Niguarda per il dottor Bertoglio, solo 47 anni. Anche lui con un’idea da portare avanti. “Attività da consolidare, garantendo sempre una chirurgia di ottimo livello”.

GUARDA IL VIDEO IN DIRETTA

Ecco i loro curriculum:

Il Dr Antonio Mincione, nato il 15.05.1971, si è laureato con lode all’Università “Federico II “di Napoli nel 1995. Si è specializzato con il massimo dei voti presso la “Seconda Università di Napoli” nel 1999 e durante la specializzazione ha frequentato per un anno il Servicio di ORL dell’Ospedale Gregorio Marañon di Madrid. Ha prestato servizio come Dirigente Medico di I livello nel 2001 presso l’Ospedale di Gattinara e dal 2002 al 2017 presso l’UOC di ORL dell’Ospedale di Legnano. La sua formazione vanta numerose esperienze all’estero, in particolare a New York presso il reparto di chirurgia della testa e del collo del Memorial Sloan Kettering Cancer Center e ad Amsterdam presso il VU Medisch Centrum. Dal 2005 è componente dell’ambulatorio multidisciplinare della Tiroide dell’ASST OVEST MI e nello stesso ambito ha tenuto diversi corsi di istruzione. I campi di interesse principali sono la chirurgia oncologia della testa e del collo e la chirurgia della ghiandola tiroide e delle ghiandole salivari, con all’attivo diverse pubblicazioni ed inviti come relatore ad importanti congressi nazionali ed internazionali su tali argomenti. Dal 2017 è stato Responsabile f.f. dell’UOC di ORL dell’Ospedale di Magenta, che adesso è chiamato a dirigere come Direttore.

 

Dott. Camillo Bertoglio

È nato il 25 Giugno 1975 a Somma Lombardo, in provincia di Varese. Sposato e padre di due bimbi. Si è laureato con lode in Medicina e Chirurgia nel 2000 e ha conseguito la Specializzazione in Chirurgia Generale nel 2006 all’Università degli Studi Insubria di Varese. Successivamente, nel 2010, ha continuato la formazione conseguendo il Dottorato di Ricerca (PhD) in Chirurgia e Biotecnologie chirurgiche presso lo stesso Ateneo. Ha iniziato l’esperienza professionale presso l’Ospedale di Varese e nel 2007 è stato assunto in Chirurgia Generale presso l’Azienda Ospedaliera di Busto Arsizio (Ospedale di Tradate); dal 2012 si è trasferito presso la Chirurgia Generale Oncologica e Mininvasiva dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Centro di riferimento nazionale ed internazionale per le cure specialistiche. Durante questi anni ha maturato grande esperienza nel campo della chirurgia generale mini-invasiva, laparoscopica e robotica, sviluppando particolare passione ed “expertise” per la chirurgia oncologica del tratto gastro-enterico e la chirurgia di parete addominale; in questi ambiti ha contribuito allo sviluppo delle più moderne tecnologie e dei nuovi materiali, convinto che il miglioramento della qualità della pratica clinico-chirurgica non può prescindere dall’adozione responsabile e costantemente aggiornata della tecnologia. Grazie alla collaborazione con un Trauma Team di riferimento regionale e nazionale ha acquisito inoltre ampia esperienza in chirurgia d’urgenza e nella gestione chirurgica dei politraumi maggiori in qualità di trauma leader. Dall’inizio della carriera dirigenziale in Chirurgia Generale, ha preso parte a circa 4000 interventi chirurgici ed ha eseguito più di 500 interventi di chirurgia maggiore, di cui più del 60% con tecnica mini-invasiva. La concezione di lavoro di qualità è incentrata sulla didattica e nel corso degli anni ha contribuito alla formazione di molti giovani chirurghi aiutandoli al raggiungimento della piena autonomia su procedure anche di alta complessità; ha seguito personalmente l’iter formativo di molti chirurghi specializzandi grazie alla collaborazione con la Scuola di Specialità in Chirurgia Generale dell’università Statale di Milano per la quale svolge anche attività didattica con lezioni frontali ed attività di tutoraggio per esercitazioni pratiche in chirurgia laparoscopica. In ambito formativo ha collaborato per anni con l’AIMS Academy, il primo centro multidisciplinare italiano, terzo in Europa, completamente dedicato alla ricerca e alla formazione in chirurgia mini-invasiva avanzata, con organizzazione periodica di corsi nazionali ed internazionali comprendenti attività di “hands on training”. Partecipa alla vita scientifica della comunità chirurgica italiana con coinvolgimento attivo nell’ambito di società scientifiche quali ACOI e ISHAWS, e ha all’attivo numerose partecipazioni in qualità di speaker e/o docente in eventi a carattere scientifico nazionale ed internazionale. Inoltre è autore e coautore di numerose pubblicazioni a carattere scientifico indicizzate su riviste internazionali. Nato e cresciuto nelle Strutture Ospedaliere, crede fortemente nel ruolo insostituibile e nel valore aggiunto della Sanità pubblica, soprattutto in un periodo storico di particolare difficoltà come quello attuale. Ha preso servizio dal 1° Settembre ed ha avuto già modo di verificare le potenzialità incredibili del suo nuovo ambito professionale presso gli Ospedali di Magenta ed Abbiategrasso dove ha conosciuto colleghi, infermieri e personale sanitario molto preparati e con tanta voglia di fare, disponibili a mettersi in gioco per attuare un vero cambiamento verso l’eccellenza, ponendo sempre al centro il paziente e la sua complessità.

Dott Matteo Maggioni

Il Dott. Matteo Maggioni è nato a Milano il 22/03/1976. Ha frequentato in qualità di Studente Interno la Clinica Urologica II dell’Università degli Studi di Milano presso l’Ospedale San Paolo dal 1 Ottobre 2001 al 31 Ottobre 2002 (Direttore: Prof.F.Rocco). Ha ottenuto la laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano il 31 Ottobre 2002 con la votazione di 103/110, discutendo la tesi dal titolo “La complicanza emorragica post litotrissia percutanea: diagnosi e trattamento” (Relatore Ch.mo Prof. E.Pisani), successivamente oggetto di pubblicazione. Ha superato l’esame di Abilitazione all’esercizio della professione di Medico Chirurgo nella prima sessione utile presso l’Università degli Studi di Milano Giugno/Luglio 2003. Dal 14 Luglio 2003 è regolarmente iscritto all’Ordine dei Medici della provincia di Milano. Ha frequentato in qualità di Medico Frequentatore la Clinica Urologica II dell’Università degli Studi di Milano presso l’Ospedale San Paolo dal 01 Novembre 2002 (Direttore: Prof.F.Rocco). Ha vinto il concorso di ammissione alla Scuola di Specializzazione in Urologia dell’Università degli Studi di Milano nell’anno accademico 2002/2003. Ha ottenuto la Specialità in Urologia presso l’Università degli Studi di Milano il 07 Novembre 2007 con la votazione di 70/70 e lode, discutendo la tesi dal titolo “Chemioterapia neoadiuvante nel carcinoma transizionale infiltrante della vescica: risultati dell’approccio combinato chirurgico e chemioterapico” (Relatore Ch.mo Prof. F.Rocco, correlatore Ch.mo Prof. P.Tombolini) Ha frequentato in qualità di Medico Specializzando la Clinica Urologica II dell’Università degli Studi di Milano presso l’Ospedale San Paolo dal 1 Marzo 2003 al 31 Agosto 2004. Ha assolto gli obblighi di leva rinviando l’arruolamento fino al 31 Dicembre 2004 data in cui sono scaduti gli obblighi obbligatori per il servizio di leva come da decreto ministeriale. Dal 1 Settembre 2004 è stato assunto presso l’Azienda Ospedaliera “Ospedale San Carlo Borromeo” di Milano con l’incarico annuale a tempo determinato rinnovabile di Dirigente Medico I Livello, disciplina di Urologia. Dal 29 Giugno 2011 è stato assunto presso l’Azienda Ospedaliera “Ospedale San Carlo Borromeo” di Milano con l’incarico a tempo indeterminato in qualità di dirigente Medico disciplina Urologia, in quanto vincitore di Concorso Pubblico per titoli ed esami (provvedimento N.456 del 29.06.2011) Dal 01 Dicembre 2009 ad oggi ricopre presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia degli Studi di Milano l’incarico di Tutore e Valutatore per l’esame di stato per l’abilitazione alla professione Medico-Chirurgo. Dall’anno accademico 2010-2011all’anno accademico 2020-2021 ha ricoperto presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia degli Studi di Milano l’incarico di Professore a contratto di Urologia senza onere nel corso di laurea in tecniche ortopediche (Presidente:Prof.W.Albisetti poi Prof.G.V.Mineo) Anno accademico 2017-18 Professore a contratto di Urologia presso la facoltà SOMA di Osteopatia Università Bicocca Milano Dal 18 Aprile 2012 nominato primo aiuto reperibile e vice primario Dal 03 Dicembre 2014 al Dicembre 2017 nominato Responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Endoscopia Operativa Urologica delibera n. 1028 Ospedale San Carlo Borromeo Milano. Dal Gennaio 2018 ad oggi conferito incarico di altissima specialità presso Ospedale San Carlo Borromeo Milano. E’ responsabile di reparto, referente servizio farmocovigilanza, referente trasmissione dati trimestrali UCG, referente della gestione sito internet Ospedale San Carlo Borromeo, referente privacy e referente registri operatori e referente formazione per il reparto Urologia La sua attività scientifica si è concretizzata in 53 tra pubblicazioni ed abstract: Ha partecipato a Congressi, Simposi e Corsi di Aggiornamento e Perfezionamento in campo urologico ed è socio delle seguenti società scientifiche: Full member of Endourological Society

European association of Urology – EAU

Società Italiana di Urologia – SIU

Società dagli Urologi del nord Italia – SUNI

Associazione degli Urologi Lombardi – AUL

ATTIVITA’ SCIENTIFICA

Ha partecipato a ricerche orientate verso tutte le diverse branche della specialità Urologica, ma con particolare interesse a: Anatomia chirurgica Tecnica chirurgica (tradizionale e videolaparoscopica) Oncologia urologica Litiasi urinaria Ecografia urologica Tecniche mininvasive, percutanee ed ecoguidate È stato membro del Comitato Organizzatore del XI Congresso della Società di Urologia Oncologica (SIUrO) che si svolto a Milano dal 2 al 4 dicembre 2001. Dal Gennaio 2004 al 31 Agosto 2004 ha collaborato alla sperimentazione farmacologica Zometa dell’OPIS: CZOL 446EIT04 “Zometa nella prevenzione degli eventi scheletrici in pazienti con carcinoma della prostata ormono sensibili o refrattari e metastasi ossee”, per la raccolta ed archiviazione dei dati clinici ed epidemiologici provenienti dalla Clinica Urologica III dell’Università di Milano presso l’A.O. San Paolo di Milano. Dal Febbraio 2004 al 31 Agosto 2004 ha collaborato alla sperimentazione farmacologica Epirubicina della PHARMACIA: “Impiego dell’Epirubicina nel carcinoma vescicale di basso grado non metastatico”, per la raccolta ed archiviazione dei dati clinici ed epidemiologici provenienti dalla Clinica Urologica III dell’Università di Milano presso l’A.O. San Paolo di Milano. Dal 28 Marzo 2008 all’11 Maggio 2010 ha collaborato alla sperimentazione Studio osservazionale prostata (S.T.O.P) della Astellas Pharma S.P.A. dal titolo “L’importanza del monitoraggio del paziente con carcinoma prostatico in terapia ormonale” per la raccolta ed archiviazione dei dati clinici ed epidemiologici provenienti dal reparto di Urologia dell’l’A.O. San Carlo Borromeo Milano Ha partecipato a numerosi corsi di formazione ed aggiornamento.

Ha partecipato a numerosi congressi o convegni in campo urologico anche in qualità di relatore.

ATTIVITA’ CLINICO ASSISTENZIALE

L’attività clinica, chirurgica ed assistenziale del Dott. Matteo Maggioni è iniziata dall’Ottobre 2002 , anno di conseguimento delle laurea in medicina e Chirurgia, e si è protratta fino al 31 Agosto 2004 sempre frequentando la Clinica Urologica II dell’Università degli studi di Milano presso l’A.O. S. Paolo di Milano. Dal 01 Settembre 2004 l’attività clinica, chirurgica ed assistenziale del Dott. Matteo Maggioni è continuata presso l’Azienda Ospedaliera “Ospedale San Carlo Borromeo” di Milano in qualità di Dirigente Medico I Livello a tempo determinato e dal 29 Giugno 2011 in qualità di Dirigente Medico I Livello a tempo indeterminato L’attività chirurgica del Dott. Matteo Maggioni ha compreso lo svolgimento dei seguenti interventi: In qualità di partecipante ad interventi chirurgici n.7665 In qualità di primo operatore 3600 interventi.

Articolo precedenteMagenta, è tutto pronto per la stagione 2023 della prosa al Teatro Lirico
Articolo successivoVittuone: ruba duecento euro di alcolici al Destriero, ma la sicurezza la ferma e i Carabinieri la arrestano