Magenta e migranti, 1: il 25 aprile proiezione di Dustur in sala consiliare

    65

    Riceviamo e pubblichiamo

    MAGENTA – In occasione delle celebrazioni per la Festa della Liberazione, l’ANPI e la rete Convochiamoci per la Pace, organizza la proiezione del docu-film Dustur.
    L’evento, ad ingresso gratuito, si terrà mercoledì 19 aprile alle ore 20,45 presso la Sala consiliare di Magenta in via Fornaroli, 50. Durante la proiezione sarà disponibile un rinfresco messo a disposizione dalla rete Convochiamoci per la Pace.
    Il film racconta la storia di un gruppo di detenuti del carcere Dozza di Bologna che partecipa ad un corso di educazione civica promosso da Ignazio, un monaco impegnato che ha vissuto per anni in medio oriente e conosce molto bene l’arabo e il diritto islamico. Ignazio è aiutato da Yassine, un giovane mediatore culturale musulmano, a cui spetta il compito di tradurre in arabo e in italiano i contenuti del corso.

    Dustur in arabo vuol dire costituzione. Incontro dopo incontro si affrontano i valori e i principi che hanno animato la nascita della Costituzione Repubblicana. All’interno di questo corso trova spazio la pluralità di posizioni della comunità islamica e si conclude con la creazione di una costituzione ideale a testimonianza del fatto che i valori democratici del confronto civile fra persone con opinioni diverse non sono estranei al mondo musulmano.
    Per ogni lezione è presente un ospite esterno. Tra questi, vi è anche Paolo Branca, islamista e docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che parteciperà alla serata per confrontarsi con il pubblico e raccontare la propria esperienza nella realizzazione del film.

     

    ANPI
    Convochiamoci per la Pace

    Articolo precedenteMagenta, accordo con l’Associazione Carabinieri che vigilerà sul mercato del lunedì e avrà una nuova sede
    Articolo successivoLa riforma del terzo settore presentata dalla Fondazione Ticino Olona