Cultura/Tempo LiberoNews

Magenta e la “Giornata della Memoria” al tempo del Covid: cancellato il concerto, ma c’è lo streaming

Iniziativa simbolica mercoledì 27 presso la stele dedicata ai Giusti in Via Diaz e a ricordo di Dino Molho,

MAGENTA – “La difficile situazione emergenziale che stiamo vivendo ormai da quasi un anno non ci consentirà di organizzare e vivere quest’anno le iniziative per la Giornata della Memoria così come eravamo abituati. Questo non significa però che la storica data del 27 gennaio e la celebrazione della memoria debbano passare in secondo piano pur nel contesto delle contingenti difficoltà”.

Con queste parole il Sindaco Chiara Calati spiega in che modo ci si sta preparando per celebrare l’imminente ricorrenza del Giorno della Memoria il 27 gennaio, data in cui nel 1945 furono abbattuti i cancelli di Auschwitz e in cui le truppe liberatrici, entrando nel Campo, scoprirono e svelarono al Mondo intero una delle più cupe pagine della storia dell’Umanità.

Quest’anno non ci sarà il Concerto della Memoria e le celebrazioni ‘in presenza’ raccolte in un calendario unico e avanzate dalle tante realtà che sostengono il Giorno della Memoria insieme al Comune non saranno possibili. Pur in forma ridotta non mancheranno però attività.
L’Amministrazione il 27 gennaio alle ore 11.45 organizza una semplice e simbolica cerimonia, nel pieno
rispetto delle disposizioni per il contenimento del rischio da Covid-19, senza pubblico ma alla presenza del
Presidente di ANPI Magenta Domenico Cuzzocrea e di Giorgio Molho presso la stele dedicata ai Giusti in Via Diaz e a ricordo di Dino Molho, indimenticato concittadino e indimenticabile testimone della Shoah da poco scomparso.

La cerimonia sarà accompagnata da un evento ‘virtuale’. “Nell’impossibilità di eventi che coinvolgano il pubblico in presenza l’Amministrazione propone a tutti i Cittadini un evento virtuale che possa unirci contemporaneamente in un minuto di raccoglimento”. Per partecipare all’evento occorre scaricare l’effetto audio di una sirena d’allarme che sarà pubblicato sul sito istituzionale e sulla pagina Facebook del Comune di Magenta. “La proposta è che alle ore 12.00 precise, con tutti i mezzi possibili e ovunque vi troviate, ognuno partecipi a far sì che il suono si diffonda il più possibile per richiamare tutti alla Memoria”. Sempre mercoledì 27 gennaio dalla pagina Facebook della Biblioteca comunale Oriana Fallaci, saranno pubblicati contributi, letture animate e consigli di lettura in occasione del Giorno della Memoria.
“E’ nelle difficoltà – continua il Sindaco – che dobbiamo tenere ben saldi i valori fondamentali della nostra Società, per i quali tanti hanno dato la propria vita e sono stati perseguitati: la libertà, la dignità della persona, la condanna di ogni sopruso, di tutte le forme di estremismo e di violenza, dell’intolleranza e di ogni ideologia che prevarica il rispetto degli altri e che si basa sulla paura. La Memoria è dovere delle Istituzioni e della Comunità tutta verso le vittime della Shoah e delle persecuzioni razziali, verso noi stessi e verso le giovani generazioni che dobbiamo aiutare nella costruzione di un futuro migliore”.
Tra le altre iniziative che si svolgeranno in città, ANPI Magenta ha già chiesto e ottenuto il patrocinio comunale per una interessante iniziativa a favore delle scuole cittadine. “Saremo lieti di concedere il patrocinio anche ad altre realtà, associative e scolastiche, che intendano proporre qualcosa di proprio per la ricorrenza e ne facciano richiesta”, ricorda il Sindaco Calati.

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi