Magenta e il Pgt, Salvaggio: ‘Ambiente e rilancio economico, la città cresce’

    69

    Parla l’assessore alla partita, Enzo Salvaggio

    MAGENTA –  Il Consiglio comunale, con 10 voti a favore e 7 contrari, ha approvato definitivamente ieri sera la proposta di Variante Generale del Piano di Governo del Territorio presentata dal Sindaco Marco Invernizzi e dall’Assessore alle Politiche per il Territorio Enzo SalvaggioCon il voto di ieri sera, si conclude un percorso avviato sin dall’insediamento della Giunta, a novembre 2012, con il varo del documento programmatico che conteneva gli obiettivi strategici precisi che si intendevano perseguire e che oggi sono confermati nella nuova pianificazione urbanistica. 

    “Il processo di costruzione della variante generale – dichiara l’assessore alle Politiche per il Territorio Enzo Salvaggio – non ha mai visto la politica sottrarsi al confronto con la cittadinanza. Anzi, con circa venti appuntamenti in due anni, 108 contributi volontari e 158 osservazioni presentati da cittadini e operatori del settore, il nuovo strumento magentino di governo del territorio nasce sotto le insegne della più ampia partecipazione e condivisione con la Città”. 

     serata pgt 001

    Il Consiglio comunale ha discusso in due sedute la proposta finale presentata dalla Giunta Invernizzi, per oltre otto ore di dibattito e circa 50 interventi da parte dei Consiglieri di maggioranza e opposizione. La condivisione del progetto di variante al PGT è emersa anche nelle tante votazioni sui singoli aspetti del piano interessati dalle osservazioni e che hanno preceduto la sua approvazione finale: quasi la metà delle votazioni sono passate all’unanimità e un quarto con solo un voto di dissenso (contrario o astenuto). 

    È stato entusiasmante – aggiunge l’assessore Enzo Salvaggio – impegnarsi in una sfida al servizio della Città tanto importante quanto affascinante come quella di ridisegnare il suo assetto. Insieme alla maggioranza e grazie soprattutto alla fiducia del Sindaco, ho svolto un lavoro che mi ha dato il piacere di poter stare immerso nelle vie e tra i volti di Magenta e che diverse volte mi ha anche chiamato ad affrontare aspetti complessi e delicati. È stata questa tensione positiva che mi ha consentito di presentare un piano del quale sono molto convito e che, come mi sembra che anche l’esito delle votazioni in Consiglio confermi, al di là del voto finale, si presenta come un buon lavoro a disposizione della nostra comunità”.

     140-10gpsvarese-bacheca del Parco del Ticino

    “Con il voto del Consiglio comunale – conclude il Sindaco Marco Invernizzi – la “Città vivibile” è diventata la realtà. Il nuovo PGT della Giunta Invernizzi blocca il consumo di suolo, restituendo al territorio circa 300.000 mq prima edificabili e recuperando una superficie agricola di 900 ettari coltivabili, confermando in questo modo il nostro impegno per una Magenta collocata a pieno titolo nel parco del Ticino. Il nuovo PGT sostiene la ripresa dell’economia, rendendo più semplici le ristrutturazioni nel tessuto urbano e semplificando le regole per l’attività edilizia cittadina. Il nuovo PGT guarda al futuro, proponendo sviluppi concreti e realizzabili per le due aree dismesse della città, l’area ex-Saffa e l’area ex Novaceta. Magenta diventa davvero una “città vivibile”, una città che si apre allo sviluppo in una prospettiva sostenibile e rispettosa dell’ambiente”.

    Articolo precedenteSei Nazioni di Rugby Under 20: a Legnano questa sera Italia Galles
    Articolo successivoLe nuove stelle del Wrestling in azione domani a Pavia