“Magenta Domani”: al via i gruppi di lavoro

    190

    MAGENTA – Il percorso di partecipazione aperto da “Magenta Domani” continua. Sulla scia dell’evento di sabato 11 febbraio in Casa Giacobbe, questa settimana prendono avvio gli incontri dei quattro gruppi di lavoro che elaboreranno idee e proposte per il nuovo programma amministrativo della coalizione che sostiene la rielezione di Marco Invernizzi a sindaco di Magenta.
    “Lo splendido incontro di Casa Giacobbe ha confermato un punto fermo del nostro progetto – sottolinea Invernizzi –: sono i cittadini ad essere protagonisti, con le loro idee e le loro proposte. È insieme ai cittadini che vogliamo continuare a immaginare il futuro della città”.
    Dall’evento dell’11 febbraio sono emersi spunti molto promettenti e stimolanti. Negli incontri al via in settimana i quattro gruppi di lavoro – Città Vivibile, Città Amica, Città Facile, Città Domani – inizieranno a svilupparli, a tradurli in proposte concrete, a studiarne strategie di realizzazione. Restando sempre aperti alle nuove idee che emergeranno dai partecipanti stessi, dal confronto e dall’ascolto della città.
    I gruppi di lavoro si ritroveranno nella sede di viale Piemonte 10 secondo questo calendario:
    Città Domani (scuola, cultura, giovani): martedì 28 febbraio.
    Città Vivibile (urbanistica, ambiente, sicurezza, viabilità): mercoledì 1 marzo.
    Città Facile (bilancio, trasparenza, partecipazione): lunedì 6 marzo.
    Città Amica (politiche sociali, diritti, solidarietà): lunedì 6 marzo.
    Gli incontri dei quattro gruppi di lavoro saranno sempre aperti alla partecipazione di tutti e proseguiranno poi nelle settimane successive, con scadenza settimanale o quindicinale.
    “Rinnovo l’invito ai cittadini a farsi avanti, dire la loro – continua Invernizzi –. Non mi stanco di ripeterlo: ai cittadini noi non andiamo a chiedere cosa vogliono, ma andiamo a chiedere di lavorare con noi. La risposta di Magenta in questi cinque anni è stata straordinaria, ecco perché sono convinto che arriveranno tante proposte per rendere la città ancora più bella e capace di dare risposte soddisfacenti a tutti”.

    Articolo precedenteParte da Magenta la “carica” dei Giovani Padani del Ticino
    Articolo successivo“Questione aule” al Mendel Villa C: Garavaglia attacca Sala e la Città Metropolitana