Magenta, divieto di sosta non rispettato in via Isonzo a Pontevecchio: “Tanto entro due minuti al bar, cosa vuoi che succeda…” (VIDEO)

416

MAGENTA – Parcheggiare in divieto perché tanto devo entrare al bar per pochi minuti e, quindi, cosa vuoi che succeda. Lo abbiamo fatto un po’ tutti senza pensare alle possibili conseguenze e senza riflettere che si tratta, comunque, di un gesto di maleducazione e inciviltà. Marcello Stoppa Corona di Pontevecchio, frazione di Magenta, segnala un problema che esiste da anni.

“È quello delle auto che parcheggiano di fronte al bar della Gagiana di via Isonzo in divieto di sosta – spiega – entrano per pochi minuti e se ne vanno”. Questa mattina si è verificato un incidente, per fortuna senza feriti. Bell’arco di una giornata si possono contare centinaia e centinaia di automobilisti che hanno questo brutto vizio. La presenza delle auto in divieto toglie la visuale agli automobilisti che provengono dalla strada per Robecco e si fermano allo Stop, quindi è fonte di potenziale pericolo.

“Sappiamo che basta un attimo perché accada qualcosa di grave”, aggiunge. Come risolvere questo problema? Fare in modo che la Polizia locale passi più spesso a fare multe scatenando magari l’ira degli automobilisti? Oppure invitare i gestori del bar a raccomandare ai clienti di spostare l’auto perché sono a rischio multa? Non sappiamo cosa possa funzionare. Secondo Maurizio Baroni, capogruppo Lega in consiglio comunale a Magenta, è un problema di educazione. “I cartelli di divieto ci sono e spesso la gente evita perfino di parcheggiare dove c’è il posto libero continuando a mettere l’auto dove non può. Servirebbe maggiore coscienza civica da parte di tutti”.

Le opinioni sulla questione a Pontevecchio sono variegate. Molti pensano che la maleducazione debba essere combattuta, altri non ritengono si tratti di un problema così grave. “Questo non è assolutamente un problema per Pontevecchio, andate a vedere quali sono i veri problemi”, commentava un uomo. Che, alla domanda di quali fossero i veri problemi della frazione, rispondeva: “A Pontevecchio non ci sono problemi”.

 

 

Articolo precedenteVittuone: ultimi appuntamenti di ‘E…state a Vittuone’ con teatro, sport e gran finale jazz
Articolo successivoBuone pratiche per abbassare il conto della bolletta: ‘Abbassando il termostato risparmi anche del 20%’