Magenta e disabilità: Luca Del Gobbo alla serata organizzata al Centro Paolo VI per far conoscere la nuova realtà Le Ali Aps

256

MAGENTA – Il Sindaco Luca Del Gobbo ha partecipato alla serata organizzata dalla nuova associazione LeAli aps (nella foto sotto il suo presidente Bruno Santopaolo), in collaborazione con le associazioni e istituzioni che fanno parte della rete ConTEsto, dedicata all’accoglienza medico ospedaliera delle persone con disabilità.

Una interessante serata che ha coinvolto tutte le realtà che si occupano della ‘cura’ dei più fragili; una iniziativa nata dal basso, un progetto inclusivo, che nasce dalla spinta delle famiglie e di quanti vivono direttamente i bisogni e che sono in grado di organizzarsi per rispondere a questi bisogni, in un’ottica di sussidiarietà”, spiega il primo Cittadino.

La serata è stata incentrata sull’esperienza del progetto D.A.M.A (Disabled Advanced Medical Assistance) realizzato dall’Ospedale San Paolo di Milano e nato nel 2000 per dare una risposta ai problemi che le persone con grave disabilità intellettiva e neuromotoria  incontrano nell’accesso in ospedale; problemi che, se non superati, si traducono nell’impossibilità di garantire il diritto alla salute riconosciuto ad ogni individuo. A parlarne il dott. Filippo Ghelma che ha illustrato le attività del progetto e il suo valore. 
In prima fila il Prevosto don Giuseppe Marinoni, il Sindaco Luca Del Gobbo e l’Assessore Giampiero Chiodini
Da Assessore regionale ho avuto modo di conoscere da vicino il progetto D.A.M.A del San Paolo, una vera eccellenza della nostra Regione; anche per questo, come Sindaco, a nome dell’Amministrazione, sarò al fianco delle realtà cittadine del terzo settore, dei genitori e degli operatori affinché al più presto anche il nostro Ospedale Fornaroli possa dotarsi di un D.A.M.A a sostegno della disabilità”.
Articolo precedenteMilano, Centrale sempre come Caracas: 3 arresti (di extracomunitari) per droga e rapine
Articolo successivoPunto da un’ape mentre pedala sulla ciclabile di Varano Borghi: 59enne gravissimo a Legnano