CronacaNews

Magenta, diciottenne morto in via Espinasse: continuano le indagini della Polizia locale per arrivare alla verità

Il veicolo coinvolto continua ad essere sotto sequestro ma ancora per poco

MAGENTA – A poco più di un mese dalla tragedia costata la vita al giovane magentino Riccardo Bona ci troviamo ad un punto cruciale delle indagini svolte dalla Polizia locale di Magenta. L’auto scura, che la Polizia locale ritiene coinvolta nell’incidente avvenuto in via Espinasse, continua ad essere sotto sequestro – anche se a breve dovrebbe arrivare il provvedimento di dissequestro così ci giungono notizie officiose –  ed è stata affidata ad un perito la ricostruzione tecnica sul veicolo stesso. In sostanza il perito dovrà analizzare ogni centimetro dell’auto alla ricerca di eventuali indizi che possano ricollegarla all’incidente. Perché, se è vero che la Polizia locale la ritiene coinvolta nel sinistro, è altrettanto vero che il suo conducente fin dal primo momento, ha continuato a professarsi completamente estraneo all’accaduto.

Non si sarebbe accorto di nulla, quindi, non si sarebbe allontanato con il preciso intento di omettere il soccorso nei confronti del povero Riccardo che giaceva a terra privo di conoscenza. Nel frattempo, la Polizia locale continua le indagini sul fronte delle testimonianze.

Dal Comando di via Crivelli c’è il massimo riserbo sugli accertamenti che si stanno continuando a svolgere. Ma i testimoni sentiti sarebbero parecchi e alcuni avrebbero visto un’auto scura allontanarsi dopo la caduta del giovane motociclista. Riccardo, figlio di un agente della Polizia locale in servizio proprio a Magenta, stava procedendo verso nord percorrendo via Espinasse. Una strada considerata pericolosa soprattutto per ciclisti e motociclisti.

Ha sbattuto contro il cordolo del marciapiede prima di schiantarsi contro il palo della luce. Un impatto devastante che gli ha causato un trauma cranico importante, per nulla attenuato dal casco che indossava. Il 18enne venne portato in elicottero al Niguarda, ma il giorno dopo ne venne constatato il decesso.

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi