Magenta, Del Gobbo e i dubbi sull’università..

    114

    L’assessore regionale e leader di Magenta Popolare scettico sui proclami di Invernizzi

     

    MAGENTA – E’ scettico da settimane, Luca Del Gobbo, sulle collaborazioni intraprese da Magenta con l’Umanitaria di Milano e Maria Rita Parsi per insediare in città corsi universitari, con la Parsi sulla famiglia e con l’Umanitaria come annunciato martedì e ripreso ieri da Ticino Notizie.

    L’ex sindaco, sulle politiche per la famiglia, sostiene da tempo che sia molto più serio ed efficace adottare per la famiglia specifiche politiche ad hoc, come il Pacchetto Famiglia del suo mandato.

    Ma anche sull’ultima uscita di Invernizzi emerge la ‘puntura’ di Del Gobbo:

    “Scusate, ma l’università della famiglia è solo un corso di approfondimento su temi educativi…non è mica un corso di laurea:meglio specificare. Anche perché chiamare alcuni incontri formativi Università mi sempre solo una trovata elettorale, non molto riuscita. Peraltro l’università a Magenta c’è già; mi riferisco al corso di laurea in scienze infermieristiche presso Ospedale di Magenta!”

    E sempre in tema di innovazione, Del Gobbo lancia ancora una volta il tema del collegamento col futuro polo della ricerca a Rho Pero: “Su Novaceta e Saffa, personalmente, penso sarebbe stato meglio tentare un collegamento diretto con la sede di Expo, dove nascerà uno dei più grandi centri mondiali di ricerca, con migliaia di dipendenti ed un indotto già calcolato e superiore ai 7 miliardi di euro. Discutibile rincorrere la logistica..”.

    Articolo precedenteMagenta saluta Luca La Camera, diretto allo staff di Beppe Sala a Milano
    Articolo successivoCorbetta, sulla gestione del verde pubblico il Pd ‘punge’ Ballarini