Magenta-Corbetta, la nuova area commerciale porterà fino a 788 veicoli (all’ora) in più

    72

     

    MAGENTA CORBETTA – Quale sarà l’impatto viabilistico della nuova area commerciale (quattro punti vendita, in tutto) che sorgerà lungo via Padana Est al confine tra Magenta e Corbetta? Fino a 788 mezzi in entrata e uscita all’ora, nelle ore di punta del sabato. Lo scrivono i progettisti del piano attuativo, gli ingegneri Tino Viglio e Salvatore Mattina, nella Valutazione di Impatto Viabilistico allegata alla delibera di giunta con cui Magenta dà via libera al progetto. Del resto l’area era già commerciale (a differenza di Corbetta, e Magenta non poteva dire no). Numeri che, a detta dei due tecnici, sono ininfluenti rispetto all’attuale mole di trafico.

    Pubblichiamo di seguito ampi stralci integrale del documento di valutazione dell’impatto viabilistico.

    La valutazione di impatto viabilistico è stata condotta monitorando l’impatto sui flussi di
    traffico veicolare. Si riporta di seguito la valutazione viabilistica partendo dalla situazione di
    progetto: dei due accessi in progetto, uno è previsto in entrata/uscita e l’altro in sola entrata.
    L’ingresso e l’uscita per scarico/carico merci avverranno in orari diversi da quelli di apertura
    della struttura di vendita per evitare di creare interferenze con gli accessi dei veicoli dei clienti.
    Il traffico indotto dalla struttura di vendita in progetto viene stimato tramite l’utilizzo dei
    coefficienti indicati nelle seguenti tabelle desunte dalla “Deliberazione Provincia di Milano n.
    588/03 del 17 settembre 2003”.

    Trattandosi di medie strutture di vendita di prodotti non alimentari con superficie totale di
    vendita netta pari a mq 5.630, il traffico indotto viene stimato considerando 0,08 veicoli
    bidirezionali per ogni mq di superficie di vendita per l’ora di punta del venerdì e 0,14 veicoli bidirezionali per ogni mq di superficie di vendita per l’ora di punta del sabato.

    Si ha pertanto:
    * 0,08 veicoli bidirezionali/mq x 5.630 mq (sup. di vendita) = 450 veicoli bidirezionali
    (entrata/uscita)/ora di punta del venerdì;
    * 0,14 veicoli bidirezionali/mq x 5.630 mq (sup. di vendita) = 788 veicoli bidirezionali
    (entrata/uscita)/ora di punta del sabato.

    Sulla base delle posizioni di ingresso/uscita (fronte nord verso Magenta) e di entrata (fronte
    nord verso Corbetta), è ragionevole ipotizzare quanto segue:
    4
    • il punto di vendita, essendo di media distribuzione, si prevede che sarà frequentato per lo
    più da utenze locali o comunque da coloro che già attualmente sono di passaggio su via
    Milano/strada Padana Est;
    • pur essendoci nelle vicinanze fermate di servizi di trasporto pubblico, si prevede che una
    minima parte degli utenti locali raggiungerà la struttura di vendita attraverso il trasporto
    pubblico stesso e un’altra minima parte raggiungerà il punto di vendita a piedi o con
    l’utilizzo di biciclette, tale contributo viene considerato nei calcoli con una riduzione del
    5%; pertanto il numero di veicoli bidirezionali/ora sarà 427 per l’ora di punta del venerdì
    e 749 per l’ora di punta del sabato;
    • il 40% del traffico indotto dalla struttura di vendita (ovvero il 40% di 427 veicoli
    bidirezionali/ora= 171 veicoli bidirezionali/ora e il 40% di 749 veicoli bidirezionali/ora=
    300 veicoli bidirezionali/ora) è costituito da utenze di passaggio su via Milano/strada
    Padana Est, mentre il 60% del traffico indotto dalla struttura di vendita (ovvero il 60% di
    427 veicoli bidirezionali/ora= 256 veicoli bidirezionali/ora e il 60% di 749 veicoli
    bidirezionali/ora= 449 veicoli bidirezionali/ora) è costituito effettivamente da nuove
    utenze;
    • delle nuove effettive utenze 128 (256:2) veicoli/ora di punta del venerdì e 225 (449:2)
    veicoli/ora di punta del sabato entrano da ognuno dei due ingressi su via Milano/strada
    Padana Est e 256 veicoli/ora di punta del venerdì e 449 veicoli/ora di punta del sabato
    escono dall’unica uscita su via Milano/strada Padana Est, poiché abbiamo una uscita e
    due entrate;
    • il 70% dei veicoli in entrata, pari a 179 veicoli/ora di punta del venerdì e a 314 veicoli/ora
    di punta del sabato, provengono da Magenta ed accedono alla struttura di vendita dalle
    due entrate con svolta a destra;
    • il 30% dei veicoli in entrata, pari a 77 veicoli/ora di punta del venerdì e a 135 veicoli/ora
    di punta del sabato, provengono da Corbetta e, essendo obbligati ad avvalersi sia della
    nuova rotatoria che di quella ubicata più avanti verso Magenta, accedono alla struttura di
    vendita con svolta a destra;
    • il 70% dei veicoli in uscita, pari a 179 veicoli/ora di punta del venerdì e a 314 veicoli/ora
    di punta del sabato, si dirigono in direzione Magenta mediante leggera svolta a destra e
    servendosi della rotatoria;
    • il 30% dei veicoli in uscita, pari a 77 veicoli/ora di punta del venerdì e a 135 veicoli/ora
    di punta del sabato, si dirigono in direzione Corbetta mediante svolta a destra e
    servendosi della rotatoria.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    SITUAZIONE VIABILISTICA, ORA

    Per quanto riguarda i rilevamenti sono stati presi in considerazione quelli effettuati dal comune
    di Magenta nell’anno 2013 in occasione degli studi per il progetto del Piano Urbano del
    Traffico e precisamente il giorno 11 ottobre 2013 con rilevatore di traffico portatile tipo EASY
    DATA TMS-SA4.
    Di seguito sono riportati i rilievi del traffico acquisiti per la durata di due ore, dalle ore 7:30
    alle ore 9:30.
    Da questi si deduce che il traffico in entrata a Magenta (origine Milano Est) ha un valore totale
    (comprendendo veicoli leggeri e pesanti, bus, moto e biciclette) pari a 1585 veicoli con un
    massimo valore orario in entrata (tra le ore 7:45 e le ore 8:45) di 871 veicoli.

    Perimenti si deduce che il traffico in uscita da Magenta (origine Milano Ovest) ha un valore totale (sempre comprendendo come sopra veicoli leggeri e pesanti, bus, moto e biciclette) pari a 911 veicoli con un massimo valore orario in uscita (tra le ore 7:45 e le ore 8:45) di 453 veicoli.

    Il valore del ritardo medio vale precisamente 1237 per il massimo flusso in un’ora di punta,  rappresentando quindi condizioni di flusso pressoché stabili anche durante le ore di maggiore carico veicolare.
    Si può pertanto concludere che il flusso veicolare indotto dalla struttura di vendita in progetto è ininfluente rispetto allo stato di fatto.

    Anche le operazioni di carico-scarico non andranno ad influire in modo negativo sul flusso
    veicolare di via Milano/strada Padana Est in quanto le manovre eseguite da autocarri a tre assi o furgoni verranno effettuate negli orari di chiusura della struttura di vendita: mattino presto e/o
    sera. Data l’entità della struttura in progetto si prevedono al massimo due rifornimenti al giorno in orari che non coincidono con le ore di massimo flusso veicolare.

     

    Articolo precedenteDroga: 8 arresti tra Trezzano, Corsico e Buccinasco
    Articolo successivo‘Principe libero’, questa sera il film su Fabrizio De Andrè all’Agora di Robecco Copia