Magenta, Consiglio: dentro Cattaneo e Cantoni, via al Tavolo per la Competitività

    114

     

    MAGENTA – In apertura dei lavori di Consiglio comunale, il sindaco Chiara Calati ha ufficializzato la nomina di Laura Cattaneo a nuovo assessore ai Lavori Pubblici e Commercio, in sostituzione di Alfredo Bellantonio; la Cattaneo ha preso brevemente la parola per ringraziare il sindaco e il gruppo di FI.

    Con l’ingresso della Cattaneo in giunta è subentrato sui banchi del Consiglio comunale Giuseppe Cantoni, anch’egli esponente di Forza Italia.

    Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente, al punto 4 l’Istituzione del Tavolo per la competitività e l’attrattività della Città di Magenta, che per il sindaco Calati “abbraccia le linee di mandato dell’Amninistrazione, ed intende aprire un dialogo con tutte le realtà produttive magentine. Puntiamo a rafforzare il turismo, la Battaglia, il turismo religioso. L’idea è quella di interagire, cogliere gli spunti, ascoltare. Il tavolo sarà nominato dal sindaco e riferirà sia alla giunta che al Consiglio, penso si possa sostenere lo sviluppo delle PMI e del territorio. Un tavolo consultivo e collegiale che potrà essere di grande aiuto: le nomine saranno effettuate in futuro, sarà coordinato dal sindaco o da un suo delegato e potranno essere create sottogruppi di lavoro. Cominceremo da settembre, con l’obiettivo di ridare a Magenta la sua centralità”.ra

    Critico sul tavolo il consigliere del Pd Paolo Razzano  (“manca un accenno anche minimo a Saffa e Novaceta,  e poi dove sono i fondi? Documento generico e sterile”), così come Silvia Minardi (“documento complesso e finalità poco chiare, che obiettivi precisi intendete raggiungere?”), critiche a cui il sindaco Calati ha replicato dicendo che “abbiamo molti progetti specifici, così come scritto nel programma elettorale, farlo con persone diverse può essere un valore aggiunto, anche coinvolgendo soggetti che possono essere un valore aggiunto. Lo giudicate come un carrozzone? Vedremo. Abbiamo trovato 0 euro di sponsor per la battaglia di Magenta, noi ne abbiamo trovati 27mila”.

    Il Tavolo è passato coi voti favorevoli del centrodestra.

    Al punto 5 la Convenzione tra i Comuni di Magenta ed Abbiategrasso per la reciproca collaborazione e mutuo sostegno nell’esercizio di funzioni amministrative. L’ha illustrato il sindaco Chiara Calati, trattasi di documento “che apre a collaborazioni su bandi pubblici importanti. Il codice appalti è cambiato ed anche le Amministrazioni devono adeguarsi”.

    Critico il capogruppo PD Enzo Salvaggio (“la precedente Amministrazione ha sempre cercato la collaborazione con gli altri Comuni, mi chiedo perché sia necessario portare questa convenzione dal momento che l’unico problema è il Suap”), come anche il consigliere Razzano. Un argomento legato ai successi punti 6 e 7 (Modifica convenzione tra i Comuni di Magenta e Santo Stefano Ticino per la costituzione dell’Ufficio “Comuni efficienti e rinnovabili” approvata con delibera C.C. n. 63 del 29.11.2016; Adesione alla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Varese. Approvazione schema di convenzione).

     

     

    Articolo precedenteMagenta, Rose di Gertrude pro Milano pride in apertura di Consiglio comunale
    Articolo successivoMarketing politico e parvenu, di Emanuele Torreggiani