Magenta, Comune e Aemme lanciano la guerra ai mozziconi di sigaretta. In campo i.. CENERINI

    98

    Al via una campagna di sensibilizzazione che coinvolgerà adulti e studenti

    MAGENTA – Guerra ai mozziconi di sigaretta, a Magenta. L’iniziativa lanciata oggi da Comune e Aemme Linea Ambiente punta a stroncare il diffuso fenomeno dell’abbandono dei mozziconi, dalle periferie al centro.

    La campagna che servirà a sensibilizzare i cittadini s’inquadra in ‘Differenzia di+’, e come detto dall’assessore Enzo Salvaggio, “in questi anni ci sono state parecchie segnalazioni. Il cinerino, ossia il raccoglitore, non avrà alcun costo per i commercianti e quanti lo richiederanno. Pensiamo sia un’azione in grado di tenere maggiormente pulita Magenta. Assieme ai cinerini diffonderemo anche il vademecum realizzato da Asm per incentivare la raccolta differenziata, che a Magenta sfiora il 70%. Asm è ormai un ottimo competitor, i Comuni soci se ne stanno accorgendo. 

    Sui contenitori per sigarette che saranno distribuiti campeggia la scritta ‘Magenta, la tua casa a cielo aperto: rispettala’; i contenitori sono ovviamente la parte fondante del progetto. Sono stati ribattezzati CENERINI.

    Una sigaretta ci mette dai 2 ai 4 anni per decomporsi, e vi si trovano inquinanti come nicotina, benzene e composti radioattivi.

    I contenitori a disposizione dei commercianti magentini saranno 100. Per il presidente di Aemme Linea Ambiente, Stefano Besseghini, “è un progetto ambizioso che vedrà protagonisti gli alunni delle scuole, oltre ai manifesti che campeggeranno in città. Saranno infatti organizzati momenti di sensibilizzazione ideati prettamente per  i ragazzi e gli adulti di domani”.

    Presente alla conferenza stampa anche l’assessore all’Istruzione, Paola Bevilacqua. Per comunicare, la campagna si avvarrà  anche del sito www.differenziadipiu.it e di una pagina Facebook. Nei locali aderenti sarà anche diffusa una locandina, destinata a clienti e cittadini.

     

    Articolo precedenteLe centurie di Nostradamus: un invito al sindaco di Boffalora
    Articolo successivoAbbiategrasso: l’alfiere del centrodestra è Nai, candidato galantuomo ma deciso. ‘La buona politica esiste, ma bisogna anche prendere scelte difficili’