Magenta, cerchi occupazione? Alla Festa delle Associazioni presente lo stand di ‘Tessere lavoro’

215

MAGENTA Si potranno avere informazioni anche sull’importante progetto ‘Tessere lavoro’ domenica 2 ottobre in piazza Liberazione a Magenta. Tessere lavoro troverà spazio sotto il gazebo di ‘Non di solo pane’ e i volontari saranno a disposizione per qualsiasi quesito.

Ci saranno anche le volontarie della San Vincenzo, insieme alle altre associazioni, sempre per la collaborazione con Tessere lavoro.

Di cosa si tratta? Ecco alcune informazioni in sintesi:

Il progetto in breve

Tessere Lavoro è un progetto della Rete Solidale del Magentino, composta da associazioni ed enti benefici che operano nel Territorio del Magentino. Il progetto interviene a supporto dell’occupabilità delle persone, offrendo un aiuto concreto a chi desidera trovare un’occupazione stabile, che dia soddisfazione personale ed economica. Offre la possibilità di attivare tirocini presso le aziende della nostra rete territoriale, accesso alla formazione e un accompagnamento personalizzato. Professionisti e volontari si impegnano nel garantire un percorso di inserimento lavorativo, apprendimento e sviluppo delle competenze per essere attivi sul mercato del lavoro

 

 

Come funziona

Se sei una persona in cerca di stabilità occupazionale, per accedere a Tessere Lavoro puoi prenotare un incontro presso gli Sportelli informativi territoriali. Qui riceverai tutte le informazioni di base per capire se Tessere Lavoro può essere la risposta adatta alle tue esigenze. L’accesso allo sportello è gratuito come ogni servizio erogato da Tessere Lavoro. Gli Sportelli attivi si trovano presso:

– Centro Paolo VI, in via San Martino 13, Magenta

– Sede di Non di Solo Pane, in via Moncenisio 29, Magenta

– Centro di ascolto Caritas Bareggio, via Vittorio Veneto 1, Bareggio (Oratorio)

Prenota il tuo incontro al numero 345.22.40.639 Oppure www.retesolidalemagentino.it

tessere@retesolidalemagentino.it

 

Articolo precedenteProgetto Sicurezza Milano Metropolitana sempre più vicino all’obiettivo europeo 2030 “Zero vittime sulle strada”
Articolo successivoRegione, AREA B. Cattaneo: è boom di richieste per Mov-in. Sì alla concretezza, NO alle scelte ideologiche