Magenta, caso Monno: Enzo Salvaggio difende lei e attacca… la vecchia politica

    17

    L’assessore del Pd: ‘In atto una guerra nel centrodestra per Ossona?’

    MAGENTA – Il caso relativo alla presunta incompatibilità dell’architetto magentino Francesca Monno, assessore ad Ossona, lanciato ieri da Ticino Notizie provoca le prime reazioni politiche.

    In un post sulla sua pagina Facebook, l’assessore uscente e candidato del Pd Enzo Salvaggio affonda il coltello: “Approfitto  per dire un grazie sentito all’architetto Francesca Lara Monno e a tutti i componenti della commissione edilizia che in questi anni hanno impiegato il loro tempo e la propria professionalità per garantire il corretto svolgersi delle pratiche edilizie.

    Quando abbiamo nominato le commissioni abbiamo lavorato affinché prevalessero non le tessere di partito ma le competenze professionali certi che il delicato ruolo di commissario potesse elevare la qualità delle costruzioni che via via vanno a rendere più #bella la nostra Magenta.

    Un’unica considerazione politica, però, mi sia concessa; anche ai meno addetti ai lavori non può sfuggire che si sta consumando nel territorio una vera e propria guerra nel centro destra tant’è che obiettivo di questa querelle è certamente quello di far saltare la giunta di Ossona dove la lega è pronta a votare la sfiducia in consiglio dato che da poco è passata in opposizione?

    A Magenta dove il candidato Sindaco Chiara Calati vanta e rivendica di aver un centro destra unito in caso di vittoria e alla luce di questi fatti che sanno di#vecchiapolitica saprà governare o passerà la maggior parte del suo tempo a trovare accordi che vadano bene ai molti big della zona?”,

    Quali saranno, ora,gli effetti del caso Monno, deflagrato a meno di due settimane dalle elezioni dell’11 giugno?

    Articolo precedenteAbbiategrasso, karate: anche Cantatore vola ai campionati italiani
    Articolo successivoLe medie ‘Fermi’ di Vittuone sede internazionale degli esami di inglese e francese