Magenta, ‘bravi ragazzi’: a quattro studenti dell’istituto Einaudi le prime borse di studio intitolate al rotariano Beppe Parazzini

190

MAGENTA  Per l’ultimo atto del proprio anno di presidenza di Rotary Club Magenta Marina Mignone ha chiamato sul ‘palco’ quattro ragazzi scelti fra gli studenti più meritevoli delle classi quarte dell’Istituto “Luigi Einaudi”.

A loro, nella serata di giovedì 16 giugno, presso la sede di via Mazenta, sono state consegnate le prime borse di studio, istituite dai soci del sodalizio cittadino e da Luca e Francesco Parazzini  in ricordo del “caro Beppe”.

Al saluto al pubblico da parte della padrona di casa, la Preside, Maria Grazia Pisoni, e della presidente Mignone, ha fatto seguito la proiezione di un filmato, di ‘quel’ filmato di diffusione nazionale, che vede protagonista il notaio e alpino Beppe Parazzini, orgoglioso di esporre il tricolore dal balcone del proprio studio milanese in risposta silenziosa, e per questo assai più potente, al vociare, agli insulti e alle uova, lanciategli dai giovani manifestanti No-Expo, nel 2015. Perché riproporre questo filmato? L’ha spiegato bene e non senza emozione Marina Mignone. “Perché la fierezza del suo sguardo, la forza del suo stare lì con la bandiera italiana a testimoniare i propri valori, possano essere di esempio a voi giovani e a noi tutti ricordino la sua passione per la professione e per il Paese”.

L’augurio è che il sostegno finanziario erogato (500 euro per borsa di studio) possa essere utile ai premiati, costituendo una sorta di simbolico viatico per il  loro futuro. Futuro che, se il buongiorno si vede dal mattino, ci auguriamo di tutto cuore  possa soddisfare le aspettative, le giuste ambizioni e i sogni di questi bravi ragazzi che ci ha fatto ene conoscere e ascoltare (si sono brevemente presentati, al momento della premiazione), ripagandoli dell’impegno, della serietà, della voglia di fare il meglio per sé e per gli altri, dimostrati nel percorso scolastico fino ad ora compiuto. Chi sono? Eccone i nomi: Davide Caba Huarcaya (IV B Sistemi Informatici Aziendali), Sabrina Lilicu (IV C Relazioni Internazionali per il Marketing), Jacopo Gervasio (IV A Servizi Culturali per lo Spettacolo) e Elisa Ranzani (IV B Liceo Artistico).

Nello stilare la graduatoria per l’assegnazione delle borse di studio, la Commissione ha tenuto conto, come riferito dalla Preside, sia del risultato dell’anno scolastico conclusosi da poco, sia di quelli dei precedenti, mettendo sul piatto della bilancia: valutazione media finale, condotta, frequenza delle lezioni, partecipazione alle attività organizzate dall’Istituto, capacità di essere protagonisti del proprio percorso formativo. Nel corso della serata, che ha visto la presenza accanto a Marina Mignone di Raffaella Mastaglia, giovane assistente del Governatore del Distretto di appartenenza di RC Magenta, e di Veronica Parmigiani, solare presidente di Rotaract, si è più volte riaffermata l’importanza della collaborazione tra le associazioni del territorio e l’Istituzione scolastica. E a ciò lo storico Istituto ‘Einaudi’ non si è mai sottratto.

Franca Galeazzi

Articolo precedente++170 Comuni del Piemonte razionano acqua. Situazione critica nel Novarese
Articolo successivoNuoto, la voracità del Cannibale: 4 giorni e 4 ori mondiali per l’immenso Simone Barlaam