Magenta/Boffalora, rifiuti sparsi e lattine nei canali, la testimonianza: “Vengono qua perchè è una zona nascosta e poco controllata”

144

MAGENTA/BOFFALORA Lattine gettate nei canali, rifiuti sparsi. È lo spettacolo visibile attraversando una zona al confine tra Magenta e Boffalora sopra Ticino. Ce lo segnala il runner Alessandro Crespi di Magenta che la frequenta spesso durante i suoi allenamenti.

“L’altro giorno mi trovavo sul ponte dietro il Giardineria e c’erano ancora lattine abbandonate – ha detto – è sempre così perché è una zona poco battuta e non controllata. Quindi gli incivili ne approfittano”. Oltrepassato il ponte si entra nel comune di Boffalora ed è ancor ala stessa cosa.

“Domenica parlavo con alcuni agricoltori, titolari di un cascinale di quella zona – continua – mi dicevano che pochi giorni fa avevano notato un’auto il cui conducente era intenzionato a scaricare del materiale. Sono accorsi sul posto tentando di prendergli il numero di targa, ma è stato velocissimo e si è dileguato”.

Articolo precedenteAMAGA sempre più digital: arriva la sezione comunicazione sul sito istituzionale
Articolo successivoL’ANPI Legnano e il Giorno della Memoria: il programma