Magenta, anche i Cristiani Copti d’Egitto nella chiesa di San Rocco

229

MAGENTA La comunità dei cristiani Copti nel magentino è formata da alcune decine di famiglie. Sono circa un centinaio di persone tra Magenta, Corbetta, Cuggiono e altri comuni più piccoli e anche loro usufruiscono della chiesa di San Rocco a Magenta per la funzione del lunedì mattina. L’appuntamento è per le 8.30 ed è molto frequentata. Ci sono uomini, donne e parecchi bambini. Sono già tre anni che la chiesa di San Rocco è stata concessa alla comunità ortodossa Moldava del patriarcato di Mosca. Anche i Copti del territorio sono Ortodossi ed è stato naturale concedere loro la possibilità di utilizzarla per le funzioni.

Padre Michele e Padre Bimen con il Sindaco di pero Maria Rosa Belotti. A Pero esiste una chiesa dedicata a San Mina specificamente dedicata ai Cristiano Copti

 

“Questo è molto importante per i Copti che vivono a Magenta e dintorni – spiega padre Michele – la nostra chiesa dedicata a San Mina si trova a Pero in via fratelli Bandiera. Comune alle porte di Milano che richiede una mezzora di auto per chi arriva da Magenta. Avere la possibilità di celebrare la funzione in una chiesa di Magenta è stato molto importante per noi”. Si avvicina il Natale anche per i cristiani Copti che aderiscono alla chiesa Ortodossa. Verrà celebrato il prossimo 7 gennaio, secondo quanto stabilito dal calendario giuliano. I Copti sono egiziani, e in Egitto non rappresentano nemmeno una minoranza andando a coprire il 15 per cento circa della popolazione. La maggior parte aderisce alla chiesa ortodossa copta. Contando il territorio che dal confine di Milano arriva fino a Magenta e alla zona di Cuggiono i Copti sono più di 500. “Invitiamo tutti a venire a trovarci durante la funzione del lunedì mattina – continua padre Michele – sarà un modo per conoscerci”. Alla fine della celebrazione viene diviso il pane che è stato preparato dai fedeli. Il pane è rotondo perché non c’è inizio né fine. Ed è molto buono. Ci sono già dei magentini che partecipano regolarmente alle funzioni dei Cristiano Copti. “Quando posso vengo sempre – spiega un uomo – sono Cattolico e ho trovato interessante conoscere una realtà che non sapevo essere presente nella nostra zona. Ho fatto anche amicizia con molti di loro”.

La chiesa di San Rocco durante una funzione dei Cristiano Copti il lunedì mattina alle 8.30

La chiesa di San Rocco a Magenta è diventata così il punto di riferimento per gli Ortodossi del Magentino. Padre Ioan parroco arciprete a Magenta della chiesa Ortodossa Moldava è felice dell’ottimo rapporto che esiste con i Cattolici. “La sera del 6 gennaio saremo a San Rocco ad attendere il Natale – ha detto – come sempre ci sarà anche don Giuseppe, il parroco di Magenta che è molto legato alla nostra comunità. Sono diverse migliaia gli ortodossi moldavi, ucraini, romeni e di altre nazioni, che frequentano San Rocco. Chi volesse venire a festeggiare il Natale con noi è il benvenuto”. Padre Ioan annuncia un appuntamento che si terrà verso la metà di gennaio: “Stiamo organizzando un concerto, sempre nella chiesa di San Rocco. Un evento al quale invitiamo tutti. Canteranno anche tanti bambini all’insegna della pace. Presto fisseremo la data precisa e divulgheremo il programma dettagliato”.

 

 

Articolo precedenteInquinamento/2 , Legambiente: aria migliore a Milano e in tutta la Lombardia
Articolo successivoCorbetta, l’1 gennaio torna la Marcia della Pace