Magenta, accordo con l’Associazione Carabinieri che vigilerà sul mercato del lunedì e avrà una nuova sede

    155

    La firma del protocollo stamani in Comune: il gruppo si ritroverà nell’appartamento al piano superiore della farmacia di  via Boccaccio, al civico 19

    MAGENTA – L’Amministrazione comunale e l’Associazione Nazionale Carabinieri di Magenta, che riunisce pensionati dell’Arma assieme ad amici e sostenitori, hanno appena firmato a palazzo Formenti un accordo che destina al sodalizio una nuova sede e formalizza l’impegno del gruppo, che vigilerà ogni lunedì nel giorno di mercato.

    Per il vicesindaco e assessore alla Sicurezza, Paolo Razzano, “si tratta di un obiettivo a lungo perseguito, sottoscriviamo la convenzione con l’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo di Renzo Tiberini e il maresciallo Scauzzo, con noi anche il maresciallo Caputo, agli ultimi giorni del suo lungo servizio, assieme al maresciallo Amodeo. Grazie a tutti. La convenzione consta di due parti: l’Associazione  Carabinieri ha sempre avuto sede in villa Colombo, che presto diventerà appannaggio dei minori. Dopo un lungo lavoro, ora si pone il problema del trasloco, che avverrà sopra la farmacia di via Boccaccio, nel quartiere Nord, al civico 19; un appartamento che era inutilizzato e che l’associazione ha sistemato ed è di proprietà del Comune. Loro restituiranno alla comunità un servizio importante, ossia presenza di pattuglia appiedata ogni lunedì mattina al mercato, un’attività di osservazione. Non solo nell’area mercato ma anche nei parcheggi attigui. Siamo molto contenti, i Carabinieri non smettono mai di esserlo, neppure in pensione”.

    Per Enzo Salvaggio, “è importante che ciò avvenga nel quartiere Nord, in quella che sta per diventare una sorta di piazza. 

    Il presidente Renzo Tiberini manifesta la sua soddisfazione, “ringrazio l’Amministrazione per la pazienza. La nostra associazione conta su 80 aderenti, compresi circa 30 sostenitori”.

    Il sindaco Marco Invernizzi ha condiviso la soddisfazione, “in questi anni si è sviluppata una collaborazione proficua e solida con tutte le rappresentanze delle forze dell’ordine. Non solo per reprimere, ma anche prevenire e dare tranquillità alla città. C’è davvero un’ottima sinergia”.

    Magenta, intanto, si appresta a salutare il congedo del maresciallo Francesco Caputo, che dopo decenni lascerà il comando della stazione di Magenta il 20 aprile prossimo.

     

     

     

    Articolo precedenteAbbiategrasso, ‘ni droite ni gauche’: Finiguerra ‘incassa’ la firma di Paolo Porati
    Articolo successivoMagenta e migranti, 1: il 25 aprile proiezione di Dustur in sala consiliare