CronacaNews

Magenta, 76mila euro per le scuole: abbattimento barriere ed energia solare

 

MAGENTA – Cominciano a vedersi gli effetti dei contributi statali e regionali ai Comuni per arginare la crisi da Covid 19.

Il Comune di Magenta ha appena approvato, con un’apposita delibera di giunta, due distinti interventi finanziari per le scuole cittadine: il totale della spesa è di 76mila euro.

Il bilancio pluriennale dello Stato per il triennio 2020-2022″ prevede infatti, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, l’assegnazione ai comuni, nel limite complessivo di 500 milioni di euro annui, di contributi per investimenti destinati ad opere pubbliche, in materia di:
a) efficientamento energetico, ivi compresi interventi volti all’efficientamento dell’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica e di edilizia residenziale pubblica, nonché all’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili;
b) sviluppo territoriale sostenibile, ivi compresi interventi in materia di mobilità sostenibile, nonché interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Da qui Magenta ha preso spunto per redarre un progetto di fattibilità tecnica ed economica  relativo all’intervento di efficientamento energetico tramite installazione di pellicole a controllo solare presso edifici scolastici per un totale di 45mila euro.

A causa della obsolescenza degli attuali serramenti e ai fini di un miglioramento del confort degli ambienti interni al fine di evitarne il surriscaldamento, in due scuole di Magenta saranno applicate pellicole in maniera fissa sugli infissi interni. Esse filtreranno i raggi del sole, che pregiudicano il microclima interno e quindi non rendono le condizioni ambientali idonee alle varie attività didattiche. Inoltre dovranno garantire un livello di sicurezza della parte vetrata dei serramenti,
in accordo alla normativa vigente sugli edifici scolastici. I plessi scolastici in cui si andrà ad intervenire sono la scuola secondaria di I grado “4 Giugno” di via Boccaccio e la scuola secondaria di I grado “F. Baracca” di via Caprotti.

Parallelamente, Magenta ha pensato anche all’obbiettivo di eliminare le barriere architettoniche presenti nella scuola secondaria di primo grado “4 Giugno 1859” di via Boccaccio e nella scuola primaria “C. Lorenzini” di via Isonzo, in modo da rendere pienamente fruibili gli istituti scolastici dalle persone disabili.

I lavori che il Comune realizzerà prevedono presso la scuola secondaria di primo grado “4 Giugno 1859” la realizzazione di una rampa interna alla scuola per l’accesso alla palestra e la l’installazione di un nuovo vaso igienico dotato di doccino per persone disabili e l’installazione di un nuovo lavandino per persone disabili presso i servizi igienici per persone disabili posto al primo piano previa la
demolizione dei sanitari installati;  presso la scuola primaria “ C. Lorenzini” la ridistribuzione degli spazi del servizio igienico posto al piano terra attualmente a uso esclusivo del personale docente secondo quanto prescritto della vigenti norme in materia di eliminazione delle barriere architettoniche e quindi rendendolo utilizzabile anche da persone disabili.

Laspesa totale complessiva determinata dal quadro economico è pari a € 31.000 euro. La durata dei lavori è stata stimata in n. 30 giorni naturali e consecutivi.

 

 

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi