Magenta, 1500 scolari apprendono le regole del ‘mangiare bene’

    50

     

    MAGENTA –  Sono in svolgimento in questi giorni i nuovi progetti di educazione alimentare che coinvolgono gli alunni delle Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria del Comune di Magenta. L’iniziativa nasce da una collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e Gemeaz Elior, azienda del Gruppo Elior, che si occupa della ristorazione scolastica in tutte le scuole della cittadina.

    Hanno iniziato 100 bambini delle Scuole dell’InfanziaFornaroli, Rodari e Asilo Sud che hanno intrapreso il dolce percorso “La Storia del Cioccolato”. Il progetto si è articolato in una serie di lezioni particolarmente interattive, per spiegare ai piccoli le caratteristiche del cibo degli dei. Dopo una breve lezione teorica, i bambini hanno partecipato alla loro prima degustazione con tre tipi di cioccolato (bianco, al latte e fondente). I sensi olfatto, tatto e vista sono stati coinvolti in maniera profonda: i partecipanti hanno potuto focalizzare l’attenzione su odore, consistenza e aspetto del cioccolato.

    dav

    Nei “Laboratorio del Gusto” la dietista Marica Venditti ha accompagnato 196 studenti delle Scuole Primarie (Pontenuovo, De Amicis, Madri Canossiane, Santa Caterina, Papa Giovanni XXIII e Pontevecchio) alla scoperta dei sapori che non conoscevano. Durante le lezioni i bambini hanno approfondito l’importanza di tutti i sensi durante il pasto: sentire i profumi, ascoltare i “rumori” della bocca, riconoscere aspetto e colori del cibo e toccare la consistenza. I piccoli hanno partecipato attivamente all’iniziativa con un gioco a squadre dove, bendati, dovevano utilizzare il solo senso dell’olfatto per riconoscere i cibi.

    Intanto per tutte le scuole di Magenta (1.500 alunni) prosegue il programma “Antichi Sapori”, il percorso enogastronomico attraverso il quale i bambini possono apprendere e assaggiare i prodotti tipici tradizionali del Parco del Ticinocon la rivisitazionedi antiche ricette della dieta mediterranea.In occasione della Pasqua, la coordinator Giuseppina Ruperto ha presentato un menù speciale composto da pasta integrale pomodoro e cacio(primo piatto per eccellenza della tradizione gastronomica italiana e cibo principe della dieta mediterranea, in questo caso nella variante integrale), polpettone ricco e insalata arcobaleno (cibo con un’antica preparazione, ricco di proteine) e la tipica Colomba(dolce di origine medievale che tradizionalmente chiude il pranzo).

    Gustosissimo anche il pranzo Antichi Sapori dedicato al menù di primavera, arricchito daipiatti tipici della tradizione italiana: trofie alla ligure (pesto, fagiolini e patate tipici della Liguria), persico gratinato al profumo di limone e pomodori in insalata e crostata di confettura (uno dei dolci più amati del mondo, orgoglio di tutta l’Italia).

    Il cibo non è solo uno strumento nutritivo, ma viene vissuto come occasione di relazione, incontro, scoperta – spiega il Vicesindaco e Assessore all’Educazione Simone Gelli. Per questo è fondamentale educare i bambini a una sana e corretta alimentazione fin dall’infanzia. Sono loro i primi promotori per migliorare le abitudini di tutta la famiglia”.

    Il progetto rientra nel programma multidisciplinare per le scuole di Gemeaz Elior, che ogni giorno prepara circa 1.600 pasti per le Scuole del Comune di Magenta, dal nido alla secondaria di I grado. Tutte le attività sono coordinate da Claudia Saroni, Responsabile dell’educazione alimentare del Gruppo.

    Il gruppo Elior Italia – Stream Scuola

     

    Leader in Italia nella Ristorazione Collettiva, serve nel nostro Paese oltre 108 milioni di clienti l’anno in più di 2.200 ristoranti e punti vendita attraverso 14.000 collaboratori.

     

    Elior opera in molteplici settori quali le aziende, le scuole, il socio-sanitario, le forze armate, i musei, e la ristorazione a bordo delle Frecce di Trenitalia.

     

    In particolare nell’ambito dell’istruzione Elior lavora su tutto il territorio nazionale con scuole di ogni livello, pubbliche e private, università, centri ricreativi e convitti. Oltre a preparare pasti equilibrati e appetitosi, gli esperti di nutrizione Elior, in accordo con il cliente, organizzano programmi di educazione alimentare ad hoc, attività didattiche e laboratori, con il coinvolgimento delle famiglie e delle direzioni scolastiche, delle amministrazioni locali, delle ASL e delle commissioni mensa.

    La mission di Elior è rendere ogni pausa un momento da assaporare attraverso ingredienti freschi, di qualità, locali, per piatti bilanciati e sempre contemporanei.

    La qualità è per Elior un impegno quotidiano reso concreto e tangibile non solo dalla scelta degli ingredienti del territorio e dall’attenzione offerta dal personale, ma anche dalle certificazioni che sono costantemente rinnovate e dall’adesione a protocolli di sostenibilità, come il Global Compact, il programma delle Nazioni Unite sulla Responsabilità Sociale d’Impresa. Sulla base di queste premesse è stata elaborata la strategia di Responsabilità Sociale d’Impresa di Elior, Positive Foodprint Plan, attraverso la quale si vuole creare un circolo virtuoso nel mondo della ristorazione, dal campo coltivato alla tavola, lavorando in sinergia con fornitori, clienti, utenti finali e dipendenti.

    www.elior.itil portale delle scuole

    LinkedIn Elior Italia

    www.eliorgroup.com-Canale you tube

    Articolo precedenteL’ex ministro all’Agricoltura del Giappone in visita alla Caremma di Besate
    Articolo successivoAbbiategrasso, i 5 Stelle chiedono l’ufficio per i Diritti degli Animali