Ma che bella impresa!

    178

    LEGNANO – Ci sono imprese che collaborano stabilmente con i servizi per l’inclusione lavorativa delle persone svantaggiate, offrendo posizioni finalizzate all’inserimento delle persone forse più “difficili”, quelle con problemi di salute mentale. Imprenditori, responsabili delle risorse umane, capisquadra, maestranze dedicano quotidianamente energie e tempo all’obiettivo dell’integrazione di una persona in tirocinio lavorativo. Chi sono queste imprese? Missionari, visionari, casi isolati anch’essi un po’ “folli”? O semplicemente imprese moderne, dinamiche, capaci di affrontare sfide di mercato e di crescita, ed assieme di esprimere responsabilità sociale?

    Il sito web www.chebellaimpresa.it è nato per raccontare le storie delle imprese del territorio che hanno scelto di affiancare alle loro strategie produttive e commerciali, espresse nei diversi settori produttivi e dei servizi, l’impegno ad attivare politiche aziendali di inclusione.

    Attraverso brevi interviste, gli imprenditori raccontano la storia della loro azienda: PMI di fondazione familiare con una lunga tradizione, imprese aperte al mercato internazionale, cooperative… Racconti avvincenti, storie di passione, lungimiranza, caparbietà… Si può invece conoscere il percorso che ha portato in azienda Angela, Benedetto, Ivan ed altri attraverso brevi racconti degli operatori dei servizi, che riportano le testimonianze dei diretti interessati… Racconti tra timore di non farcela e speranza, lotta con quello che non va dentro di sé, storie di supporto ed aiuto ricevuti…

    Il sito web è appena nato, crescerà ancora. E nel mese di marzo le storie più significative pubblicate nel sito verranno raccontate, in un teatro del territorio, da attori professionisti. Il progetto non si ferma qui. Le imprese del territorio che hanno realizzato i percorsi di integrazione saranno invitate a farsi “brokers” in una campagna di comunicazione rivolta ad altre imprese: saranno loro a presentare i servizi per l’inclusione attivi nel territorio ad altri imprenditori da loro conosciuti. Il ”passaparola” alimenterà un processo che ha dato prova, in questi anni, di rendere possibili successi insperati.

    L’iniziativa www.chebellaimpresa.it fa parte del progetto Now+, promosso da Eurolavoro e finanziato nell’ambito del Piano Emergo della Città Metropolitana di Milano.

    Articolo precedenteDairis Bertans, un campione del basket a Parabiago
    Articolo successivoCorbetta, la Lega: ‘Lutto cittadino e concorso per ricordare Gianni Saracchi’