CronacaNews

Luca Del Gobbo contro il preside di Rozzano: ‘Non cancellare le identità’

L’ex sindaco di Magenta ed esponente di Ncd commenta il caso del giorno: la negazione delle cerimonie religiose natalizie in un istituto dell’hinterland

MILANO – “Gli attacchi di Parigi ci devono insegnare che una nazione che dimentica e nega le proprie radici e tradizioni diventa fragile di fronte alla forza delle convinzioni di qualunque tipo di integralismo. Questa lezione deve valere tanto più per quei luoghi dove si ha il compito di educare le nuove generazioni”. Questo il commento del capogruppo del Nuovo Centrodestra, Luca Del Gobbo, di fronte alla notizia sull’istituto comprensivo Garofani di Rozzano che avrebbe deciso di censurare il concerto di Natale dopo i fatti di Parigi.
“Il laicismo e il continuo rinnegare le nostre radici, anche religiose, – spiega Del Gobbo – rendono la nostra società più fragile, soprattutto nel confronto e nel dialogo con altre culture. La scelta di eliminare e nascondere i simboli della nostra tradizione, come il Natale e il crocefisso, non è vera laicità ma cercare di far credere che le religioni sono la causa dei fatti di Parigi. Mentre la verità è che proprio il nichilismo dell’Occidente è ciò che ci ha reso deboli”.
“Proprio l’educazione – conclude il capogruppo del Nuovo Centrodestra – è la leva da cui dobbiamo ripartire e la scuola deve essere il primo luogo di confronto e dialogo tra differenti culture attraverso la riscoperta e la valorizzazione delle nostre radici e della nostra storia artistica e letteraria. Per questo sono convinto che i fatti di Rozzano siano molto gravi e spero che il preside possa spiegare con chiarezza gli eventi e che ci sia un intervento rapido da parte del Provveditorato”.

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi