Luca Castiglioni, miglior acquisto di Progetto Magenta (che però perde qualcuno)

    84

    A margine della presentazione del point di via Garibaldi, riflessioni sull’avvocato magentino

     

    MAGENTA – E’ senza dubbio il miglior acquisto di Silvia Minardi e di Progetto Magenta, la persona in grado di ‘colorare’ e dare una scossa ad una lista senza dubbio rispettabile e composta da persone di buon profilo, ma poco scintillante e dall’appeal piuttosto limitato.

    Parliamo dell’avvocato Luca Castiglioni, persona dal cognome eminentemente magentino, appassionato, stabilmente inserito nel jet set milanese, presenza fissa alle sfilate dei grandi stilisti.

    Appassionato, amico di personaggi come il conduttore televisivo Enzo Miccio, scelto da Versace per la registrazione di una video intervista nei mesi scorsi, Castiglioni ha un approccio molto meno paludato, dinamico ed effervescente verso la politica rispetto a Silvia Minardi.

    Un autentico toccasana, per una lista che non brilla per smalto e giovinezza (ieri, ad esempio, non si è vista all’inaugurazione del point una giovane come Chiara Balzarotti, sino a ieri minardiana di stretta osservanza).

    Luca Castiglioni è senza dubbio in grado di essere valore aggiunto e tonificante per una lista dai contorni ancora poco chiari, che sta strizzando l’occhiolino a parecchi moderati e che sicuramente beneficia della incertezze che regnano nel centrodestra.

    Ticino Notizie non ha lesinato critiche a Silvia Minardi e Progetto Magenta, ma per onestà intellettuale dobbiamo ammettere che l’ingresso di Luca Castiglioni (che ieri alla presentazione era accompagnato dalla sorella Laura) è un colpo politico ottimamente assestato.

    Le sue proposte, che potrebbero anche essere provocatorie e di rottura. Quello che serve a Progetto Magenta. Ed un po’ anche alla città.

     

     

    Articolo precedenteMagenta, centrodestra in piazza aspettando Godot (però compare Ballarini)
    Articolo successivoMagenta, Memoria del Mondo pubblica il nuovo fantasy di Paola Masiello